menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alberani e Cappelli questa mattina in conferenza

Alberani e Cappelli questa mattina in conferenza

Cup 2000. Cisl: “Risultato inatteso. Paradossale che CGIL impugni l’accordo”

Presentati i risultati della votazione per i lavoratori di Cup 2000. Alberani, Cisl: "Una risposta di occupazione alla città. La posizione di CGIL non convince, andiamo avanti nella speranza che firmi l'accordo"

Durante la conferenza stampa di questa mattina tenutasi presso la sede della Cisl Bologna sono stati presentati i risultati della consultazione (il 69,29%) , considerazioni e commenti al voto intorno al nodo Cup 2000.

Attualmente lavorano in Cup 2000 tra i 130 e i 140 lavoratori con contratto a termine e votando “sì” si è chiesta l’assunzione a tempo indeterminato da un minimo di 55 a un massimo di 60 lavoratori, stabilizzandone circa il 50%. Parallelamente la definizione degli orari di lavoro, tenuto conto delle attuali graduatorie, la trasformazione definitiva e consolidamento degli orari svolti attualmente in regime di variazioni temporanee. 

ALBERANI. Alessandro Alberani, segretario generale Cisl Bologna ha commentato i numeri inaspettati alle urne: “Il risultato ci ha positivamente sorpreso e la partecipazione è stata altissima. Con questo contratto diamo una risposta di occupazione alla città. Lo abbiamo portato avanti con molta determinazione per arrivare alla modalità di consultazione fra tutti i lavoratori. Sono stati rispettati i livelli della democrazia. La posizione di CGIL non ci ha convinto, andiamo avanti nella speranza che firmi l’accordo”.

MALGARA CAPPELLI. Anche Malgara Cappelli, segretario generale Fisascat Cisl Bologna si è espressa commentando il risultato raggiunto: “Non è un accordo scontato in questo periodo. Migliora tutte le condizioni: assunzioni, orari, permessi. Non ci sono stati doppi binari,  si crea occupazione stabile alle stesse condizioni dei lavoratori già impiegati.  A partire da questo mese i lavoratori avranno un’una tantum di € 250 in busta paga e in media 20-60 euro mensili per i buoni pasto. La consultazione è stata presidiata dagli stessi lavoratori e quindi rinnoviamo l’appello agli altri  sindacati perché firmino l’accordo. E’ paradossale che la CGIL voglia impugnare l’accordo che abbiamo firmato il 21 dicembre, quindi potevano dichiararlo prima, anche perché la CGIL ha sempre sostenuto la consultazione dei lavoratori. Se impugnerà l’accordo, impugnerà la volontà dei lavoratori assumendosene la responsabilità. I lavoratori ci hanno dato mandato di andare avanti anche da soli”

PERCHE’ SI E’ VOTATO. Ieri si sono chiuse le urne per la consultazione sull’accordo integrativo aziendale di Cup 2000, indetta dalla Fisascat Cisl Bologna. Al voto hanno partecipato 388 lavoratori, pari al 69,29% degli aventi diritto (560).  Rispetto alla precedente consultazione del 2007, indetta da Fisascat Cisl e Filcams Cgil, è stato raggiunto un risultato eclatante in termini di partecipazione, in quanto sono ben 107 i lavoratori in più che hanno espresso il proprio voto.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento