rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Economia San Lazzaro di Savena

Dehors, San Lazzaro proroga e riduce le tariffe. "Socialità, ridando vita al territorio"

Abbattimento dei canoni e proroga attraverso una delibera di Giunta approvata dal Consiglio Comunale

Attivato durante i mesi duri dell'emergenza covid, il Comune ha prorogato fino al fine 2024 "San Lazzaro On The Road", il progetto destinato a commercianti, artigiani ed esercenti aderenti per snellire la burocrazia ed esentare le attività dal pagamento del canone di occupazione di suolo pubblico per tavolini, sedie ed espositori.

Lo fa attraverso una delibera di Giunta approvata anche dal Consiglio Comunale, attivando riduzioni delle tariffe. "A oggi, è l'unico Comune della Città Metropolitana ad abbattere le tariffe a favore della attività locali post emergenza sanitaria Covid" fanno sapere da Piazza Bracci, trovando anche il consenso delle associazioni di categoria. 

Come fare

Chi ha già aderito all’iniziativa può continuare a "espandere” la propria attività su suolo pubblico mediante una semplice comunicazione entro il 31/03/ 2023, senza attendere l’autorizzazione del Comune. A favore di tutti i locali con esercizio di somministrazione di cibo e bevande invece, è stato deliberato un abbattimento della tariffa del canone unico del 60% per tutti i dehors leggeri (esclusi solo quelli completamente chiusi).

Non solo covid: "Anche socialità e vità del territorio"

"San Lazzaro on The Road è un progetto fortemente voluto, studiato e pensato per le nostre attività  - spiega l'assessora alle Attività Produttive Sara Bonafè - Come amministrazione abbiamo deciso di prorogare fino al 2024 le misure che agevolano le attività del territorio: misure che hanno anche cambiato la fisionomia della città, permettendo agli esercenti di occupare suolo al di fuori delle proprie attività per far fronte prima a un'emergenza sanitaria, e poi stimolando la socialità, ridando vita al territorio. Un doveroso grazie a tutte le associazioni di categoria che hanno creduto e sostenuto questo progetto. Di fondamentale importanza quest'anno è l'abbattimento della tariffa del canone del 60% per tutti i dehors leggeri".

"Siamo molto soddisfatti di questo provvedimento che dimostra la particolare attenzione che l’Amministrazione comunale di San Lazzaro ha verso le attività economiche del territorio, e in particolare per i pubblici esercizi e negozi di vicinato - precisa Alberto Aitini di Confesercenti - Come associazione di categoria abbiamo chiesto a tutti i comuni della Città Metropolitana un impegno concreto per aiutare i commercianti in difficoltà: esercenti che hanno dovuto affrontare prima tutte le implicazioni imposte dalla pandemia e poi i costi energetici e l'inflazione. Il Comune di San Lazzaro è il primo a mettere in campo misure strutturali e mirate per bar, ristoranti e pubblici esercizi"

“I provvedimenti adottati dal Comune di San Lazzaro di Savena, condivisi con la nostra Associazione di categoria, relativi a dehors e occupazione di suolo pubblico rappresentano un segnale importante per i servizi di prossimità che innervano e vivificano il nostro territorio – incalza Lina Galati Rando, Presidente Confcommercio Ascom San Lazzaro di Savena - È chiaro che le nostre imprese stanno attraversando una fase ancora delicata, dopo alcuni anni che definire difficili è riduttivo: in questo senso, alleggerire la fiscalità locale e confermare la semplificazione dell’iter procedurale costituiscono un aiuto concreto, che conferma l’attenzione dell’Amministrazione comunale al commercio e alle sue istanze. Incentivare dehors e occupazione di suolo pubblico va incontro certamente alle preferenze di clienti e consumatori, soprattutto nell’epoca post Covid, ma anche ad una visione di città e paesi che come Confcommercio abbiamo sempre fatto nostra nel confronto con gli enti e le istituzioni locali: quella cioè di una fruizione dello spazio pubblico urbano che valorizzi e rafforzi il ruolo dell’economia di prossimità e sappia mettere al centro qualità dell’offerta, socialità, animazione e vivibilità, anche in funzione anti degrado”.

“Considerando quanto Cna e le imprese del territorio abbiano apprezzato fin dalla fase di avvio il progetto “San Lazzaro on the road”  a dimostrazione della grande sensibilità dell’amministrazione comunale verso le imprese, in particolar modo quelle artigiane, in un momento così particolare come quello pandemico, non possiamo che accogliere con soddisfazione la notizia che San Lazzaro on the road venga prorogato”, conclude Rosa Tibaldi di Cna.

La proroga a Bologna

La Giunta, agli inizidi gennaio, ha prorogato fino al 30 giugno 2023 le occupazioni di suolo pubblico già concesse ai pubblici esercizi. Le occupazioni straordinarie, prima estese anche ai laboratori artigianali e nelle aree verdi, sono da aprile riservate ai pubblici esercizi, con una progressiva riduzione delle superfici. 

Le occupazioni di suolo pubblico sono sottoposte al pagamento del relativo canone, gli operatori potranno rinunciare all'occupazione, ridurre la metratura o la durata inviando comunicazione al SUAP.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dehors, San Lazzaro proroga e riduce le tariffe. "Socialità, ridando vita al territorio"

BolognaToday è in caricamento