Economia Borgo Panigale / Via Antonio Cavalieri Ducati

Ducati, nuova sede | Cisl: "Stabilire impegni reciproci per garantire occupazione'

Dall'azienda la volontà di avviare "part-time verticali ed apprendistati per 100 lavoratori. Tutte le attività del vecchio stabilimento saranno trasferite nel nuovo"

Si è svolto, oggi, a Palazzo d’Accursio un incontro tra le organizzazioni sindacali confederali Cisl, Cgil e Uil Bologna, i massimi rappresentanti della Ducati Motor e il Comune di Bologna a proposito della nuova sede dell’azienda motociclistica di Borgo Panigale.  All’incontro erano inoltre presenti la Provincia di Bologna, la Regione Emilia Romagna e le organizzazioni sindacali di categoria Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil.
Le istituzioni, rappresentate dal sindaco Merola e dall’assessore all’Innovazione e lavoro Matteo Lepore per il Comune, dal vice presidente Venturi per la Provincia e dall’assessore Muzzarelli per la Regione, hanno ribadito la grande opportunità per Bologna di mantenere sul territorio il nuovo stabilimento, la cui sede sarà sempre a Borgo Panigale nell’area attigua l’Holiday Inn, garantendo quindi per Ducati un’ubicazione centrale dal punto di vista produttivo nel territorio nazionale  e salvaguardando i livelli occupazionali, la progettualità e l’innovazione sul territorio.
Il sindaco Merola ha sottolineato l’aspetto strategico di Ducati per lo sviluppo del territorio cittadino, ripartendo dal protocollo, già firmato nell’ aprile 2009, confermando inoltre la volontà dell’azienda, così come previsto dagli accordi aziendali, di realizzare un’opera sociale, ovvero la costruzione di un asilo nido a Borgo Panigale.

L’Amministratore delegato di Ducati Motor, Gabriele Del Torchio, ha ribadito la volontà dell’azienda  di mettere in campo forme di stabilizzazione attraverso part-time verticali a tempo indeterminato ed apprendistato professionalizzante di circa 100 lavoratori tra ingegneri ed operai, confermando che tutte le attività del vecchio stabilimento saranno trasferite nella nuova sede, comprese le lavorazioni meccaniche e l’assemblaggio motori, dotando le linee di nuove tecnologie. Del Torchio ha poi evidenziato l’urgenza di sottoscrivere con le organizzazioni sindacali un protocollo su questi temi.
“Siamo disponibili – afferma Marino Mazzini segretario generale Fim Cisl Bologna- ad aprire un confronto per aggiornare maggiormente ed affinare il precedente accordo sindacale sul trasferimento dello stabilimento Ducati, siglato nel 2009 in Regione. E’ fondamentale l’investimento dello stabilimento in tempi certi, per proseguire lo sviluppo di una delle maggiori aziende del comparto sia locale che nazionale”.
Alessandro Alberani, segretario generale della Cisl di Bologna, durante l’incontro ha condiviso la procedura, proposta dal sindaco Merola, ma ha chiesto di accelerare i tempi per il raggiungimento di un protocollo. Il segretario ha precisato che “l’accordo deve essere finalizzato alla competizione, in un settore così importante per il territorio, come quello del motociclo, al fine di costruire una fabbrica ancora più moderna che metta al centro lo sviluppo del lavoro”. “E’ necessario - ha ribadito Alberani – stabilire impegni reciproci che garantiscano livelli occupazionali nel nuovo stabilimento”.



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ducati, nuova sede | Cisl: "Stabilire impegni reciproci per garantire occupazione'
BolognaToday è in caricamento