Economia Localita' Interporto F.S.

FICO Eataly World: è fra le 50 mete imperdibili nel mondo

Il nostro parco agroalimentare finisce in 35^ posizione nella sequenza degli itinerari 'must' selezionati dal National Geographic Traveller, il prestigioso magazine internazionale di viaggi

Subito dopo Amsterdam, subito prima di Dubai: c’è FICO Eataly World Bologna fra le 50 mete imperdibili dell’anno 2015 nell'intero globo. Il nostro parco agroalimentare si piazza in 35^ posizione nella sequenza degli itinerari ‘must’ selezionati dal National Geographic Traveller, il prestigioso magazine internazionale di viaggi, ambiente e turismo.
Nel reportage sulle “50 World’s smartest Cities” pubblicato nelle scorse settimane, si annuncia l’apertura nel 2015 di FICO, il “Pasta Park” che sarà fulcro di studi scientifici sull’agroalimentare e ospiterà ristoranti e negozi di enogastronomia doc.  "Un riconoscimento lusinghiero - commenta Caab attraverso una nota stampa - che bene si contestualizza nella cornice di Bologna City of Food" riecheggiando l’elogio del periodico statunitense Forbes sulla cucina emiliana, talmente appetitosa da invitare i lettori a «inserire tra le mete turistiche l'Emilia, oltre a Venezia o Roma, perché laggiù ogni pasto è una festa spensierata».

LO STATO DELL'OPERA. Con il beneaugurante auspicio di National Geographic Traveller, dunque, si apriranno al CAAB gli accantieramenti  e i lavori per FICO Eataly World, nel corso della settimana entrante, a partire da lunedì 12 gennaio, come da cronogramma condiviso con la città dal dicembre 2013. E come annunciato nelle scorse settimane, si partirà con i lavori del progetto legato alla Nuova Area Mercatale, per poi proseguire con il trasferimento degli operatori e con i lavori legati all’area FICO vera e propria. Contestualmente è fissata anche la prima riunione del neocostituito Comitato Scientifico preposto ad affiancare la Societa’ di Gestione del Fondo PAI – Parchi Agrolimentari, con compiti di indirizzo nella formazione e divulgazione, nel rapporto con il mondo scientifico e professionale, e con gli stakeholders. Presieduto dal presidente CAAB Andrea Segre’, il Comitato si riunirà per la prima volta lunedì 26 gennaio a Bologna, dove convergeranno Alberto Oliveti, presidente Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza Medici, Mario Braga, presidente del Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari laureati, Roberto Orlandi, presidente del Collegio nazionale degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati, Antonio Salvi, docente di finanza aziendale presso l’Università Bocconi di Milano, Andrea Tomasi, presidente Inarcassa, Valerio Bignami, presidente dell’Ente di Previdenza dei Periti Industriali e Massimo Bergami, Consigliere Delegato e Direttore Alma Graduate School - Università di Bologna.

"Nell’anno dell’ Expo italiano - chiosa la nota del Caab - grazie a FICO Eataly World Bologna si avvia dunque un progetto di educazione alimentare intergenerazionale, con iniziative di divulgazione a valorizzazione ad ampio raggio del patrimonio italiano agro-alimentare e delle eccellenze di filiera che per la prima volta saranno rappresentate, apprezzabili e degustabili in un unico contesto nell’area del CAAB".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FICO Eataly World: è fra le 50 mete imperdibili nel mondo

BolognaToday è in caricamento