Metalmeccanici Fiom in corteo: 'Stabilità? Se non ci muoviamo viene giù tutto'

Alla manifestazione, anche i lavoratori dell'ex Corticella: chiedono il finanziamento degli ammortizzatori sociali, lavoro e investimenti. Merola: 'Solo con austerity, non usciremo più dalla situazione attuale'

"Siamo la parte migliore del Paese", i metalmeccanici della Fiom dell''Emilia-Romagna sono entrati in piazza Maggiore, nel giorno dello sciopero regionale contro la legge di stabilità.

"Siamo i metalmeccanici, i lavoratori che rischiano di rimanere disoccupati. Siamo qui per chiedere il finanziamento degli ammortizzatori sociali, lavoro e investimenti per le industrie italiane. Siamo contro le delocalizzazioni e le cessioni, vogliamo avere un futuro".

Alla manifestazione, partita da piazza di porta San Felice, hanno partecipato anche i lavoratori dell'ex Corticella: "In una giornata come questa non potevamo mancare", spiega una di loro dal furgone che apre il corteo. "Il marchio Corticella deve rimanere a Bologna, dopo che non abbiamo avuto grandi soddisfazioni da un imprenditore che ci ha promesso per anni nuovi investimenti- aggiunge la lavoratrice- e poi si è fatto di nebbia".

"Ma quale legge di stabilita''? Se qui non ci muoviamo viene già tutto", si legge sul volantino. Il sindaco Merola commenta: "Abbiamo bisogno di stabilità incisiva che faccia cambiare le cose. Se invece si traduce in immobilismo e sole politiche di austerity, non usciremo più dalla situazione attuale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra le tute blu non si vedono facce note della politica e delle istituzioni. In piazza del Nettuno, però, nel pomeriggio è previsto un faccia a faccia con i sindaci della Regione e con la vicepresidente della Regione, Simonetta Saliera (il governatore Vasco Errani è impegnato a Roma, spiega Bruno Papignani, segretario regionale della Fiom). A seguire, il sindacato incontrerà anche i prefetti. In programma anche un secondo corteo, che si concludera'' di nuovo in piazza per l''incontro con il segretario nazionale Maurizio Landini (agenzia Dire).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • Coronavirus, aumentano i contagi in regione: + 71. Donini alle aziende: "Fate screening"

  • Incendio in via Sant'Isaia, morta una giovane donna

  • Coronavirus Emilia-Romagna: altri 47 casi, metà a Bologna e 11 sintomatici

  • Dimesso dall'ospedale, torna e aggredisce operatore con calci e pugni

Torna su
BolognaToday è in caricamento