Economia

Bollette non pagate: Hera non sospende il servizio se si chiede un microcredito

Il Comune, in accordo con ASP, Auser ed EmilBanca, ha sottoscritto un protocollo d'intesa con Hera per sospendere eventuali procedure d'interruzione fornitura servizi pubblici e sanare morosità

Il  Comune  di  Bologna,  in  accordo  con  ASP  Città di Bologna, Auser ed EmilBanca,  ha  sottoscritto un protocollo d’intesa con Hera S.p.A. ed Hera Comm  al fine di sospendere eventuali procedure d’interruzione di fornitura dei  servizi pubblici e sanare morosità pregresse a fronte di una richiesta di  microcredito.  A  seguito  della  firma del protocollo, le richieste di prestito  vengono  vagliate  da  una  commissione  ed,  in  caso  di parere favorevole,  EmilBanca  corrisponde direttamente ad Hera, entro e non oltre 30  giorni,  il  pagamento  dovuto.  Il  prestito  concesso  può  sanare la situazione  di  morosità, sia di singoli sia di famiglie, anche nel caso in cui la fornitura sia cessata e l’iter di recupero sia stato avviato.

Tutto  ciò  è reso possibile grazie al progetto “Microcredito per la Casa”, avviato nel gennaio 2012, che accoglie le richieste di prestito da parte di famiglie  in  situazione  di  difficoltà  nel  mantenimento dell'alloggio o nell'avvio di una nuova locazione. Tra le spese ammesse sono comprese anche quelle relative alle forniture dei servizi pubblici. Il servizio è gestito da ASP Città di Bologna (via De Castagnoli, 10 - tel. 051 220069, fax. 051 279622).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollette non pagate: Hera non sospende il servizio se si chiede un microcredito

BolognaToday è in caricamento