Economia Ozzano dell'Emilia

Inaugurato a Ozzano un nuovo sportello dedicato alla ricerca del lavoro

L'assessore Garagnani: "Un servizio pubblico gratuito, a mio avviso di grande utilità per la cittadinanza, soprattutto in questo periodo  di grande difficoltà e incertezza"

Dopo Monghidoro e Pianoro, anche Ozzano ha inaugurato l'Infopoint - lavoro presso il centro civico della frazione di Mercatale, in via della Pace, 29. "Questi sportelli - spiega l'Assessore alle attività produttive del Comune di Ozzano Claudio Garagnani, che fin dall'inizio ha creduto e sostenuto il progetto - hanno la finalità di aiutare chi, in periodo di pandemia ha perso il lavoro, a cercarne un altro oppure a re-inventarsi nel mondo del lavoro. Si tratta di un servizio pubblico gratuito, a mio avviso di grande utilità per la cittadinanza, soprattutto in questo periodo  di grande difficoltà e incertezza".

Promosso dall'Unione dei Comuni Savena-Idice e sostenuto dalla Città Metropolitana di Bologna, il servizio offre informazioni e un primo orientamento sugli strumenti disponibili per la ricerca attiva del lavoro e dei percorsi di formazione professionale, sia in campo di lavoro subordinato che autonomo. 

ORARI E GIORNI DI APERTURA

Lo sportello sarà aperto dalle 10 alle 13, una giornata al mese secondo il seguente calendario: 6 luglio, 14 settembre,26 ottobre, 9 novembre, 18 gennaio e 22 febbraio 2022, tenuto conto, comunque, che i cittadini residenti nei Comuni dell'Unione possono rivolgersi indifferentemente in uno dei tre sportelli attivi sul territorio dell'Unione.  

Tramite l’Infopoint Lavoro, si attiveranno forme di collaborazione strutturata con le imprese del territorio e con le organizzazioni datoriali e sindacali, al fine di favorire interventi volti al perseguimento delle opportunità occupazionali.


"La crisi sanitaria innescata già più di un anno fa dall'emergenza COVID e di cui ancora non se ne vede una fine certa - sottolinea il sindaco Luca Lelli - si sta ripercuotendo anche sul mercato del lavoro. Sono molte le attività commerciali in grande sofferenza costrette a mettere i propri dipendenti in cassa integrazione. Alcune di queste forse non riapriranno nemmeno più innescando cosi' disuguaglianze sociali ancora piu' accentuate e un allontanamento dal mercato del lavoro delle categorie piu' deboli quali le donne, i giovani, gli ultracinquantenni e di lavoratori meno tutelati tra cui autonomi e collaboratori occasionali. Con l'apertura degli Infopoint. le Istituzioni come gli Enti Locali, la Città metropolitana e la Regione hanno voluto essere al fianco dei lavoratori ed essere una sorta di "trait d'union" fra chi cerca e chi offre lavoro."  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurato a Ozzano un nuovo sportello dedicato alla ricerca del lavoro

BolognaToday è in caricamento