Venerdì, 12 Luglio 2024
Economia

Marzo 2011, L’inflazione a Bologna. Rincari per trasporti e alimentari

Il Comune di Bologna rende noto l'indice dei prezzi al consumo. Si registra un aumento dello 0.4% rispetto al mese di febbraio. Più salati i costi di caffè e alberghi. Al ribasso i prezzi del settore dell'intrattenimento

A marzo i costi al consumo aumentano del 0,4% rispetto al mese precedente, mentre è pari al 2,5% il rincaro in riferimento a marzo 2010. Questo è quanto emerge dai dati, pubblicati dal “Settore programmazioni, controlli e statistica” del Comune di Bologna, che riportano la variazione dei prezzi al consumo, ossia misurano aumenti o diminuzioni dei costi. I maggiori rincari si registrano per il settore dell’alimentazione e dei trasporti.
 
TRASPORTI - Gli aumenti più significativi del mese sono stati per il settore dei trasporti (+1,4%) a seguito soprattutto dell’aumento dei trasporti aerei e navali, ma soprattutto per il caro-benzina: il carburante aumenta ben del 12,2%rispetto al marzo 2010.
 
ALIMENTARI - I generi alimentari aumentano dello 0,2% rispetto a febbraio 2011 e ben del 2,4% rispetto allo scorso marzo 2011. Tra i prodotti più “salati” risultano caffè, the e cacao  (+3,3%), insieme a prodotti ittici" (+1,2%) e alla categoria pane e cereali (+0,9). In controtendenza, invece, gli ortaggi, che questo mese sono stati più a buon mercato rispetto allo scorso febbraio (-1,3%).
 
ALTRI SETTORI - Seguono nella graduatoria i rincari dei servizi ricettivi (+0,9%); in questo settore si sono registrati infatti i rincari degli alberghi ed anche degli agriturismi e dei bed and breakfast.

Di segno negativo invece le variazioni mensili dei costi dei servizi ricreativi e culturali, che sono stati più abbordabili, anche se di poco (dallo 0,3% allo 0,1% in meno rispetto a febbraio scorso).

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marzo 2011, L’inflazione a Bologna. Rincari per trasporti e alimentari
BolognaToday è in caricamento