Economia

Scuola, il Comune di Bologna lascia centinaia di supplenti senza stipendio

La denuncia viene dal sindacato di base Usb che parla di una "Pasqua con sorpresa ''amara'' per i precari della scuola". L'amministrazione tranquillizza: solo un problema tecnico, stipendi presto

Niente soldi in busta paga per i precari della scuola del Comune di Bologna. La denuncia viene dal sindacato di base Usb che parla di una "Pasqua con sorpresa ''amara'' per i precari della scuola". Infatti, scrive in una nota Vilma Fabbiani, "i precari della scuola hanno ricevuto regolarmente le buste paga di questo mese e la lettera allegata indicava il 18 aprile 2014, ma il corrispettivo economico non è stato erogato/versato, pertanto i lavoratori non hanno ricevuto lo stipendio dovuto".

La sorpresa pasquale insomma "è che centinaia di persone passeranno la Pasqua senza soldi con conseguenti drammi familiari e Pasqua amarissima mentre molti di loro hanno dovuto rinunciare al tradizionale rientro in famiglia ed il pranzo pasquale sarà risicato". Usb ritiene "gravissimo quanto accaduto e chiede all'amministrazione comunale di fare chiarezza al piu' presto, tenendo conto dei danni recati a chi già vive condizioni di precarietà lavorativa".

Il 1° maggio, annuncia Fabbiani, "saremo nuovamente in piazza, a fianco dei lavoratori contro le scelte della giunta, contro l''istituzione, a difesa della gestione diretta della scuola dell'infanzia e dei nidi". Per quel giorno, festa dei lavoratori, Usb ha organizzato un corteo che dalle Due Torri attraversera'' il centro fino a Piazza xx settembre. "Per quella data- informa lo stesso sindacato- a fronte del diniego del sindaco di emettere una ordinanza di chiusura delle attività commerciali, e'' stato proclamato uno sciopero dell''intera giornata per i lavoratori del commercio e che il corteo sosterra'' con determinazione nei confronti di vorrebbe comunque rimanere aperto".

Dopo l'invettiva dei sindacati arriva la rassicurazione. Gli stipendi ai supplenti della scuola di Bologna saranno disponibili da martedì prossimo. L'assicura l'amministrazione comunale di Bologna in replica al sindacato Usb che aveva sollevato la questione. Gli stipendi di questi insegnanti, una cinquantina di persone, spiegano da Palazzo D'Accursio, vengo ritirati direttamente alla tesoreria comunale, dove si era verificato un "problema tecnico" risolto venerdì in mattinata.

(fonte Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, il Comune di Bologna lascia centinaia di supplenti senza stipendio

BolognaToday è in caricamento