rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Economia

Lavoro, buone nuove: aumentano in Emilia-Romagna del 51,1% i contratti a tempo indeterminato

L'assessore Patrizio Bianchi: "I dati certificati dall'Inps ci parlano di un miglioramento qualitativo della nostra occupazione"

In Emilia-Romagna si documentano segnali tangibili che la nuova occupazione si sta trasformando in occupazione di qualità, uno dei primi obiettivi che ci siamo dati con il Patto per il Lavoro, siglato con tutte le parti sociali come atto fondante della nuova legislatura”. Così dichiara l’assessore regionale al Lavoro Patrizio Bianchi commentando i dati di Inps sull’incremento delle assunzioni a tempo indeterminato.

“Il dato certificato dall’Inps sull’aumento in Emilia-Romagna dei contratti stabili del 51,1% nel 2015 rispetto al 2014 ci parlano di un miglioramento qualitativo della nostra occupazione, superiore alla media nazionale che è del 35,4% - spiega Patrizio Bianchi - L’aumento di lavoro a tempo indeterminato riguarda sia la trasformazione di rapporti di lavoro in essere per giovani apprendisti, che si vedono confermare e trasformare il rapporto di lavoro a tempo indeterminato, sia i nuovi rapporti di lavoro che prendono avvio già in modo stabile per l’utilizzo del contratto a tutele crescenti”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, buone nuove: aumentano in Emilia-Romagna del 51,1% i contratti a tempo indeterminato

BolognaToday è in caricamento