rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Economia Gaggio Montano

Saga Coffee, sindaci al presidio con i lavoratori. Lepore: "Solo speculazione, ma da queste parti non funziona così"

il sindaco di Bologna ha  partecipato, insieme ai primi cittadini dell'Appennino, al presidio dei lavoratori a rischio licenziamento: "Comportamento vergognoso, stiamo parlando di trasferire una produzione di oltre 50 milioni di euro, una produzione che funziona, vicino Bergamo"

"Un vero tradimento del territorio. È quello dell’azienda che da mesi svuota la fabbrica alle loro spalle.220 persone che oggi perdono il loro lavoro per una delocalizzazione ingiustificata". Così il sindaco di Bologna, Matteo Lepore che ha  partecipato, insieme ai primi cittadini dell'Appennino, al presidio dei lavoratori della Saga Coffee a rischio licenziamento, dopo l'annuncio del gruppo Evoca di dismettere lo stabilimento di Gaggio Montano. 

"L’azienda è in salute e non c’è una ragione economica reale per questo spostamento, se non quello della speculazione un comportamento vergognoso, che troverà però di fronte il muro di una comunità metropolitana coesa. Oggi ho voluto essere tra loro, con gli altri sindaci, qui a Gaggio Montano di fronte alla sede della Saga Coffee, per dire che da queste parti non funziona così - avverte Lepore - non tollereremo delocalizzazioni sulla pelle dei nostri concittadini. L’azienda arriverà al prossimo tavolo convocato con delle proposte. Vediamo, saremo in ascolto".

Il sindaco di Bologna fa sapere che intanto con i colleghi e la Regione è stato concordato che, quando i fondi europei arriveranno "quelli per lo sviluppo regionale, andranno prioritariamente nei territori dove c’è più bisogno, a partire dalla montagna. Una scelta che facciamo perché crediamo in una idea metropolitana di comunità, capace di supportarsi e stringersi attorno a chi è in difficoltà. Una comunità che crede nel valore del lavoro. E lo difende - e conclude - mi auguro che anche il Parlamento parli meno di Quirinale e più di lavoro. All’uscita dalla pandemia la gente è preoccupata di questo, serve una legge efficace contro le delocalizzioni. Qui stiamo parlando di trasferire una produzione di oltre 50 milioni di euro, una produzione che funziona, vicino a Bergamo".

Intanto i 220 dipendenti, a turno, presidianol'azienda giorno e notte. 

Foto FB Saga Coffee non si sposta  - Porretta e dintorni

254284341_10221007966336662_7876182127816579131_n (1)-2

Saga Coffee, nessun ritiro dal tavolo in Regione, le lavoratrici: "Continueremo a lottare" | VIDEO

Vertenza Saga Coffee, lo sfogo di Bonaccini: "Delocalizzano, ci dicano perché"

Gaggio, presidio H24 alla Saga Coffee: "Non si entra e non si esce se non avremo risposte"|VIDEO

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saga Coffee, sindaci al presidio con i lavoratori. Lepore: "Solo speculazione, ma da queste parti non funziona così"

BolognaToday è in caricamento