Economia

Vicenda Logista, secondo incontro: "Rinviata chiusura attività"

L'esito non soddisfa Si Cobas: "Mentre si afferma che la chiusura viene rimandata di qualche mese non viene però garantita la ripresa della attività produttiva"

logista

Si è concluso dopo le 15 di oggi il secondo incontro del Tavolo di Salvaguardia convocato a seguito dell'incontro di mercoledì scorso per le aziende Logista, Consorzio Metra e Logistic Time, l'azienda dell'Interporto che aveva annunciato la chiusura del sito bolognese, mettendo a rischio un centinaio di lavoratori (avvertiti con un messaggio whatsapp). Come riferisce la Città metropolitana, sarebbe "emersa la volontà di dar seguito all'avvio immediato alle relazioni sindacali per arrivare entro il 31 ottobre alla maggior tutela dell'occupazione e dei lavoratori, in termini di prospettive e tutele - quindi - le parti hanno altresì convenuto che l'azienda procederà a presentare alla prossima riunione del tavolo istituzionale il programma di riorganizzazione per la continuità delle attività dell'area bolognese in relazione ai siti presenti e previa discussione all'interno delle trattative sindacali".

Le aziende darebbero garanzia a tutti i lavoratori "che sarà favorita la messa in campo di tutte le tutele che le relazioni sindacali possono produrre - fanno sapere da Palazzo Malvezzi - si consegna quindi il confronto ad aziende e sindacato con il pieno supporto di tipo tecnico, qualora necessario, da parte dell'Agenzia regionale per il lavoro e con la garanzia della verifica al bisogno e comunque periodica da parte del tavolo di Salvaguardia".

Logista, dal canto suo, si impegna a mantenere l'attività di gestione degli stock in ingresso ed in uscita nel sito n. 7 di interporto. Logista e Logistic Time attiveranno in questo periodo tutti gli strumenti previsti dalla legge per la tutela integrale del salario dei lavoratori. 

Il Tavolo di Salvaguardia verrà riconvocato per il 27 agosto per un primo monitoraggio dell'andamento del tavolo sindacale che si sarà convocato nel frattempo. La Parti si impegnano a non intraprendere atti unilaterali finché siedono al Tavolo istituzionale, mentre unnuovo incontro del Tavolo è in programma per il 27 agosto. 

Al Tavolo presieduto dal consigliere della Città metropolitana con delega al Lavoro Fausto Tinti, erano presenti i rappresentanti istituzionali (Regione Emilia-Romagna con i tecnici dell’assessorato Sviluppo Economico, Comune di Bologna con l’assessore Marco Lombardo e la sindaca di Bentivoglio Erika Ferrante); le organizzazioni sindacali (Cgil, Cisl, Uil e SìCobas, le Rsu di Logista Italia); i rappresentanti di Logista Italia, assistita da Confindustria Emilia Area Centro, Logistic Time e Consorzio Metra. Erano inoltre presenti il direttore di Interporto Sergio Crespi e il parlamentare Francesco Critelli, in qualità di uditore.

Licenziati via whatsapp, la rabbia dei lavoratori: "Vergogna, siamo esseri umani" | VIDEO

“Il Tavolo ha raggiunto l’obiettivo che ci eravamo dati mercoledì scorso – ha dichiarato il consigliere della Città metropolitana Fausto Tinti - di ricondurre l’iter all’interno di quanto previsto dai Patti per il lavoro sia regionale che metropolitano. Fondamentale per l’ottenimento di questo risultato è stato il rinvio della chiusura del magazzino. Ora  ci attendiamo che le trattative sindacali trovino una soluzione al più presto e comunque entro i 31 ottobre, data prevista per lo sblocco licenziamenti”.

Si Cobas: "Nessun piano industriale e riorganizzativo"

"Logista in apertura ha confermato la decisione della chiusura del Sito di Bologna, posticipandola al 31 ottobre, data che consegnerà i lavoratori allo sblocco dei licenziamenti - scrive Si Cobas in una nota - avevamo richiesto che fosse presentato il piano industriale e riorganizzativo da parte dell'azienda, ma non è stato portato al tavolo. Il tempo che intercorrerà fino al 31 Ottobre dovrebbe servire a intavolare delle trattative sindacali per eventuali ricollocazioni ed esodi".

"Mentre si afferma che la chiusura viene rimandata di qualche mese non viene però garantita la ripresa della attività produttiva - precisa il sindacato di base - Questa in estrema sintesi è quanto questo tavolo ha espresso e che evidentemente non ci soddisfa". 

Licenziamenti ‘digitali’, tema caldo. Al lavoro per tracciare procedure preventive "corrette e certe"

Licenziamenti via WhatsApp, Bonaccini: "Inaccettabile, non c'è spazio per strappi sulla pelle di chi lavora" 

Licenziati via whatsapp: l'azienda: "Si tratta di una riorganizzazione"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenda Logista, secondo incontro: "Rinviata chiusura attività"

BolognaToday è in caricamento