Economia Navile / Via Alessandro Tiarini

Presidio in via Tiarini: "Il Governo elimini Equitalia, si affidi agli enti creditori"

Oggi manifestazione davanti alla sede di Equitalia, un presidio per richiedere "trasparenza sulla gestione dell'agenzia delle entrate e di Equitalia ed eventuali controlli da parte delle autorità competenti"

Oggi 24 febbraio alle ore 10 in via Tiarini, davanti alla sede di Equitalia, un presidio per continuare, "con sempre crescente forza e decisione", la richiesta di trasparenza sulla gestione dell' agenzia delle entrate e di Equitalia e di eventuali controlli da parte delle autorità competenti, cosa che ha già portato alle dimissioni di Antonio Mastrapasqua, "che non sono comunque sufficienti  data la gravita' degli atti compiuti e l'importanza delle cariche da lui ricoperte". Così denunciano i manifestanti.

Presenti Michela Montevecchi, parlamentare M5S; Paolo Gottarelli, presidente movimento italiano lavoratori uniti; Aladino Lorin, artigiani insieme; Elisabetta Bianchi, presidente associazione difesa tributaria.
"A Equitalia - dicono gli aderenti - chiediamo di far vedere la cartella esattoriale di Mastrapasqua! Al Governo di eliminare Equitalia e di affidarsi agli stessi enti creditori".

In prima fila, tra lo sparuto numero di manifestanti presenti in mattinata in via Tiarini, Elisabetta Bianchi. Già fautrice di lunghe battaglie contro il Gruppo, nonchè fondatrice dello sportello "anti-suicidi", ovvero il progetto di consulenza gratuita a sostegno dei contribuenti in difficoltà. 'Lo sportello - aggiorna Bianchi - sta andando molto bene, rilevate numerose notifiche non chiare e addirittura alcuni uffici dell'agenzia delle entrate riconoscono errori tecnici'. Poi l'affondo contro Mastropasqua "si è dimesso dall'Inps, ma non da Equitalia - continua Bianchi - Crediamo si debba procedere nei suoi confronti."

Con la Bianchi, anche la parlamentare a 5 stelle, Michela Montevecchi, che ha detto:  'A breve ho un treno per Roma, per andare ad urlare un NO a questo Governo. Avanti in questa battaglia'.

Davanti alla sede bolognese di Equitalia sono poche decine i manifestanti presenti oggi, ma la loro voce è forte: 'I Vampiri Equitalia uccidono, ora basta!'. Poi brandiscono cartelli dove nero su bianco mostrano: 'Barack Obama, presidente degli Stati Uniti guadagna 320mila euro all'anno, mentre Mastropasqua ben 1.2 mln di euro!". E così si levano quesiti di sfida: 'Chi controlla i controllori???".

Tra i manifestanti anche il medico chirurgo Paolo Gottarelli, collaboratore di Medici senza frontiere, che ha raccontato: 'Siamo un Paese pieno di eccellenze e stiamo sprofondando nel baratro per l'inettitudine della nostra classe politica. Siamo in emergenza percio’ è necessario che le persone per bene si uniscano, prendendosi per mano, e agiscano. L'invito è alla gente di buona volontà, dotata di senso della giustizia, affinchè si attivino per fare qualcosa per il prossimo".

In presidio, oggi, anche Aladino Lorin, cofondatore del "Comitato popolare 580 cp", che in pochi mesi ha raccolto migliaia di adesioni . Il Comitato ha giurata battaglia allo Stato "querelandolo per istigazione al suicidio'. Ad oggi sono circa "50mila le denunce per istigazione al suicidio, e sei Procure d'Italia hanno aperto fascicoli e fatto partire avvisi di garanzia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidio in via Tiarini: "Il Governo elimini Equitalia, si affidi agli enti creditori"

BolognaToday è in caricamento