Economia

Marchionne è morto, Bernini: "Ha dato lustro al Paese nel mondo con le sue intuizioni"

Numerosi i messaggi di cordoglio per il manager

Sergio Marchionne è morto. L'ex amministratore delegato di Fiat Chrysler si è spento a 66 anni a Zurigo, nell'ospedale in cui era ricoverato dopo un intervento alla spalla destra a fine giugno. Marchionne è stato anche Presidente di CNH Industrial N.V. e Ferrari N.V., oltre che Presidente e amministratore delegato di Ferrari S.p.A..

Numerosi i messaggi di cordoglio. Anche la politica locale si muove. Anna Maria Bernini, la bolognese capogruppo di Forza Italia al Senato, ha voluto ricordare il manager così: "Con Sergio Marchionne perdiamo un manager, un uomo di impresa, un grande italiano che ha dato lustro al Paese nel mondo con il suo lavoro, la sua tenacia, le sue intuizioni. Un uomo che entrerà al pari di altri grandi dirigenti del Lingotto nella storia della Fiat. I senatori di Forza Italia si stringono attorno ai suoi familiari in questo momento di dolore, e sono vicini alla famiglia Agnelli-Elkann che ha affrontato con tempestività, coraggio e la necessaria freddezza la più difficile successione mai registrata al vertice dell'azienda". 

Pier Ferdinando Casini, a twitter affida il suo messaggio, con chiusa graffiante."Sergio Marchionne è stato un grande. Oggi ci saranno molte lacrime. Tante di coccodrillo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marchionne è morto, Bernini: "Ha dato lustro al Paese nel mondo con le sue intuizioni"

BolognaToday è in caricamento