menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Variante di Valico: infortunio sul lavoro, morto operaio

"Si tratta dell'ennesimo infortunio sul lavoro ai danni di un operaio edile". Così FILLEA CGIL lancia l'allarme e ricorda: "Sicurezza sul lavoro una risorsa, non un costo o un lusso"

Stamattina un infortunio mortale si è verificato sulla Variante di Valico, inaugurata a fine 2015, sull’Appennino bolognese: la vittima, 45 anni, è un lavoratore dipendente di una ditta in subappalto. L'uomo sarebbe caduto da una scala mentre era al lavoro.  La notizia arriva da FILLEA CGIL Bologna che attacca: "Si tratta dell'ennesimo infortunio sul lavoro ai danni di un operaio edile". In attesa di conoscere la dinamica dell'incidente, e chiedendo alle Autorità preposte "che sia fatta piena luce, individuando tutte le eventuali responsabilità su quanto accaduto", la Fillea Cgil Bologna esprime vicinanza alla famiglia dell'operaio deceduto e fa sapere che si metterà a disposizione per garantire la massima tutela ai suoi famigliari.

"Questo ennesimo episodio - attacca il sindacato - racconta ancora in modo drammatico di quanto lavoro si deve fare nella fase di prevenzione degli infortuni e quindi ribadiamo come sia indispensabile l'impegno di tutti gli organi preposti alla sicurezza". Infatti, nonostante le statistiche registrino una lieve flessione degli infortuni sul lavoro, "è evidente - fa notare Paolo Mancini, Segretario generale FILLEA CGIL Bologna- come i lavoratori, specie nel settore edile, continuino ad essere soggetti a incidenti gravi e troppo spesso anche mortali".

Il monito del sindacalista è che "anche in questo periodo di crisi del settore bisogna riportare con forza al centro il valore della sicurezza come strumento di emancipazione inscindibile dalla qualità del lavoro e dalla tipologia contrattuale utilizzata, da svolgersi nella pienezza dei diritti e nel rispetto della dignità umana, quindi in assoluta sicurezza, non sottovalutando mai alcun particolare nella definizione delle procedure di valutazione dei rischi".
Finchè la sicurezza sul lavoro "sarà vista come un costo - chiosa Mancini - continueranno a prodursi situazioni di pericolo, bisogna tornare a pensare che la sicurezza è una risorsa e non un costo o un lusso". 

 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento