menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crisi Motori Minarelli, richiesta cigs: si teme ridimensionamento dell'occupazione

Esubero del 30% di ore per l'anno 2017. I sindacati temono che "questa situazione possa preludere- come già nel 2013, con l'apertura di una procedura di mobilità - ad un ridimensionamento dell'occupazione"

Ancora crisi alla Motori Minarelli di Calderara di Reno, che ha comunicato l'avvio della procedura della cassa integrazione straordinaria per un esubero del 30% di ore per l'anno 2017. Lo riferiscono le  organizzazioni sindacali Fim Cisl e Fiom Cgil e alla RSU.

Netta la contrarietà espressa da Fim e Fiom che avevano invece avanzato la richiesta del contratto di solidarietà, nonché impegni per un  piano industriale e  formativ. I sindacati, inoltre, ribadiscono "che non si proceda con licenziamenti a fine cassa integrazione bensì si possano individuare soluzioni condivise". I sindacati hanno, inoltre, rivendicato la necessità di integrare tutti i ratei (13ema, ferie, etc). Fim e Fiom stanno coinvolgendo le istituzioni a partire dal sindaco di Calderara di Reno, Irene Priolo, in attesa di essere convocati dall'Assessorato alle Attività Produttive della Regione Emilia Romagna nel mese di gennaio.

"I lavoratori - dichiara la RSU Motori Minarelli-  hanno  espresso , nell'assemblea di mercoledì scorso, una forte preoccupazione, temendo che questa situazione possa preludere- come già nel 2013,  con l'apertura di una procedura di mobilità - ad un ridimensionamento dell'occupazione".

Ora i sindacati ritengono "fondamentale che nel successivo confronto tra le parti l'azienda s'impegni, oltre che ad un eventuale ricorso all'ammortizzatore sociale meno penalizzante per i lavoratori, a presentare un piano industriale credibile per la salvaguardia dell'attuale occupazione ed esprima una seria volontà di  ricercare relazioni sindacali e soluzioni che escludano, nel futuro, decisioni unilaterali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento