Economia Fiera / Piazza della Costituzione

Motorshow, guerra tra fiere: Capagnoli scrive a Milano sul salone che vuole Cazzola

Interviene anche il sindaco Merola: ""Noi lavoriamo su come rilanciare la manifestazione, quindi ci aspettiamo che la Fiera di Milano rispetti le scadenze istituzionali decise insieme"

Rispetto delle scadenze istituzionali da parte della Fiera di Milano. E' quello che ha chiesto il sindaco di Bologna, Virginio Merola, parlando con i giornalisti della questione Motorshow, la storica fiera bolognese dedicata al mondo dei motori la cui edizione 2013 è saltata per l'assenza delle case automobilistiche.

CAZZOLA PRONTO PER UNA FIERA A MILANO? E' notizia di questi giorni l'intenzione del precedente patron della manifestazione, l'imprenditore Alfredo Cazzola - che nel 2007 l'ha venduta agli attuali organizzatori, i francesi di Gl Events - di organizzare un salone dell'auto nel polo fieristico milanese. "Noi lavoriamo per il dicembre del prossimo anno per fare il Motorshow - ha detto il sindaco - quindi il mese di dicembre non è disponibile.

"Noi lavoriamo su come rilanciare la manifestazione, quindi ci aspettiamo che la Fiera di Milano rispetti le scadenze istituzionali che vengono decise dalla nostra regione insieme alla Fiera". Merola ha spiegato di aver già parlato al sindaco Giuliano Pisapia della questione, "però il comune di Milano non ha una partecipazione diretta nella fiera. L'ho informato della situazione, mi farà sapere".

BOLOGNA CONTRO MILANO? Guerre tra quartieri che "non abbiamo iniziato noi". L'ha detto il sindaco di Bologna, Virginio Merola, parlando del conflitto che si sta aprendo tra le fiere di Bologna e Milano sull'organizzazione di un salone dell'auto. Ai cronisti che gli chiedevano se l'incontro previsto per la prossima settimana con il ministro Flavio Zanonato, potesse risolvere questa guerra tra quartieri, Merola ha detto: "Sono guerre che non abbiamo assolutamente aperto noi. Detto questo l'incontro con Zanonato serve per stabilire se in questo paese c'è l'esigenza di un salone dell'auto nazionale e come si può realizzare questo obiettivo". Quanto alle intenzioni di Alfredo Cazzola, precedente patron del Motorshow di Bologna che ha manifestato l'intenzione di organizzare una nuova fiera a Milano, Merola ha spiegato che "è un libero imprenditore, per fortuna non ha fatto il sindaco - ha detto ricordando la sua candidatura a primo cittadino di Bologna nel 2009 - sennò credo che non si sarebbe avuto un grande aiuto per la nostra città".

CAMPAGNOLI SCRIVE AL PRESIDENTE DI MILANO FIERE. Il Presidente di BolognaFiere Duccio Campagnoli ha indirizzato una lettera "di viva protesta al Presidente di Milano Fiere Fulvio Perini" per ribadire che il Motor Show "non è stato affatto annullato, ma l'organizzatore che ha deciso di non effettuare l'edizione 2013 ha pubblicamente e notoriamente confermato il suo impegno per i prossimi anni così come BolognaFiere è totalmente decisa a ogni iniziativa per riprendere e rilanciare questo storico appuntamento". "Avendo letto - scrive Campagnoli a Perini - che l'iniziativa annunciata dall'organizzatore con Fiera Milano intende collocarsi proprio a dicembre in plateale sovrapposizione con le date storiche del Motor Show, debbo denunziare questa gravissima scelta di sovrapposizione e diffidare dal poter giustificare tale scelta lasciando intendere che essa è conseguente (e addirittura salvifica) all'annullamento definitivo del Motor Show a Bologna, affermazione che non corrisponde al vero".

"Credo si possa definire pubblicamente 'grottesco' - continua Campagnoli - che alle grandi difficoltà del mercato dell'auto in Italia che, ci ha riferito GL Events, avrebbero portato le case automobilistiche, Fiat in testa, a non doversi o potersi impegnare nel Motor Show, si aggiunga ora l'attivazione invece di una nuova competizione tra Fiere, come quella peraltro già promossa, sempre da Fiera Milano in tante altre direzioni". "E' quindi inammissibile - conclude Campagnoli - al di la' di ogni altra considerazione della libertà di iniziativa, che Milano Fiere avvalli e sostenga una inaccettabile volontà di sovrapposizione di questa nuova iniziativa nel Calendario del dicembre 2014".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Motorshow, guerra tra fiere: Capagnoli scrive a Milano sul salone che vuole Cazzola

BolognaToday è in caricamento