Mercoledì, 29 Settembre 2021
Economia Monzuno

Nuove aperture in Appennino: "Entro l'anno un albergo che darà nuovi posti di lavoro"

A Monzuno conclusa un’operazione che rilancia l’attività del territorio e offre un’opportunità occupazional

L’ex “Camino della Rosa” in località Pra’ della Signora a Monzuno tornerà a splendere. La struttura, chiusa da diversi anni, e che nel tempo aveva accumulato un importante debito nei confronti dell’Amministrazione locale, è stata acquistata da WeSuite, società toscana tra i leader nel settore dei “Wellness & Romantic Hotel” del panorama italiano. Come si legge in una nota, si tratta di un' operazione che prevede che tra qualche  giorno le due parti andranno a rogito, con ripercussioni molto positive per Monzuno.

"Questo, infatti, permetterà all’amministrazione locale di recuperare circa 120 mila euro di Imu non saldata dalla precedente proprietà -si legge . Un altro aspetto importante è la ricaduta occupazionale. La WeSuite, infatti, avvierà una campagna di selezione del personale a Monzuno e comuni limitrofi per la ricerca di 15 nuove figure lavorative da inserire, con contratti full time o parti time, all’interno dello staff. A questi due aspetti si aggiunge l’importanza vedere potenziata a Monzuno l’offerta di una struttura ricettiva. L’obiettivo della società toscana è quello di aprire, entro il 31 dicembre 2021, le prime 12 suite sulle 22 presenti e saranno realizzate nel primo piano dell’edificio. Al secondo è previsto l’hotel e, inoltre, verranno ristrutturati i 10 bungalow già esistenti. Infine, nei circa 2500 mq dell’intera struttura, sono previsti anche un ristorante, una piscina riscaldata e delle “Oasi esterne private”, in cui si potrà cenare e godersi il magnifico panorama dei colli bolognesi. Un ruolo importante nella chiusura dell’accordo con ha avuto il sindaco di Monzuno Bruno Pasquini che ha dichiarato: “siamo soddisfatti d’aver concluso questa operazione di compravendita che ci ha permesso di recuperare un debito importante, ma anche per lo sbocco occupazione nel nostro territorio in un momento così difficile per tutta l’Italia”.

“Quella di Monzuno, che si chiamerà “Il nido d’amore Butterfly” è la nostra seconda apertura in Emilia-Romagna e la quinta nel territorio nazionale. Il nostro target di clienti sono gli innamorati che decidono di trascorrere una vacanza senza preoccuparsi dell’aspetto organizzativo: a quello ci pensiamo noi” ha spiegato Lorenzo Valenti, presidente del CdA WeSuite.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove aperture in Appennino: "Entro l'anno un albergo che darà nuovi posti di lavoro"

BolognaToday è in caricamento