menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Olimpiadi 2032, Ascom: "Riflettori accesi nel bene e nel male. Noi ci speriamo"

Il direttore Tonelli racconta lo stato d'animo del settore in previsione dell'evento mondiale che potrebbe avere come scenario le città di Bologna e Firenze: "Clima positivo, ma ci vuole un piano strategico"

Giancarlo Tonelli, direttore generale Confcommercio Ascom Bologna: «Il clima è positivo e noi ci siamo. Sarebbe un'opportunità non solo per la Città Metropolitana, ma anche per la regione Emilia-Romagna e addirittura per tutto il Paese, visto che stiamo parlando di un evento di portata mondiale. Penso a iniziative straordinarie con modalità straordinarie e, aldilà di un opportuno accordo fra le due città coinvolte, è necessario un piano strategico che consenta di studiare per tempo gli investimenti necessari per ospitare. Si tratta di un evento sportivo ma anche economico che si incrocia per forza di cose con una modernizzazione delle infrastrutture e della viabilità. Operazioni che vanno finanziate dal Governo e supportate dalle istituzioni, con opere che resteranno poi nel tempo a vantaggio della collettività. I privati poi non dovranno più sottrarsi alla collaborazione». 

Dunque Bologna potrebbe sostenere tutto ciò? «Bologna negli ultimi 10 anni ha dimostrato di lavorare bene facendo sistema, lavorando in squadra (istituzioni, associazioni e privati) con ottimi risultati. Ci vorrà un tavolo dedicato, un comitato e delle personalità di spicco. Faccio un esempio: ci siamo già mossi per creare un contatto per le Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026. Siamo a due passi da entrambe le città ed è opportuno creare un ponte» ha detto poi Tonelli. 

Olimpiadi sì, Olimpiadi no: parola ai cittadini

Quali sarebbero i punti forti della nostra città? «Delle città, di Bologna e Firenze insieme. Pensiamo alla cultura, ai musei e a tutta l'arte che abbiamo, come pure le eccellenze della nostra gastronomia...Attenzione però perchè quando si accendono i riflettori, si accendono nel bene e nel male e potrebbero illuminare le cose che funzionano, ma anche quelle che non vanno...»

Ipotesi Olimpiadi Bologna-Firenze: cosa pensano gli albergatori

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento