Pagamenti bancomat obbligatori, Taxi Cotabo: 'Da settembre tutte le auto saranno attrezzate'

Già dal 2009 - spiega la cooperativa - su tutte le auto associate gli utenti del servizio hanno la possibilità di pagare la corsa con carte di credito, da settembre terminerà l’aggiornamento

Anche per i tassisti da oggi scatta l’obbligo di accettare pagamenti attraverso POS: «Una possibilità che noi abbiamo offerto da anni – spiega Riccardo Carboni, presidente di Cotabo, la cooperativa alla quale aderiscono 556 tassisti bolognesi – esattamente dal 2009».

Da cinque anni, infatti, su tutte le auto associate alla cooperativa gli utenti del servizio hanno la possibilità di pagare la corsa con carte di credito VISA e MasterCard; da settembre terminerà l’aggiornamento di tutti i mezzi, avviato a gennaio di quest’anno, che consentirà di utilizzare anche il bancomat.

«Fa parte del processo di continuo ammodernamento del servizio – precisa il direttore di Cotabo, Marco Benni –. Una strada intrapresa da tempo, anche sperimentando soluzioni innovative, che ha lo scopo di soddisfare sempre al meglio le esigenze del cliente garantendo contemporaneamente ai nostri soci più efficienza e meno costi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Pianoro, tragico incidente lungo la Futa: morto un giovane motociclista

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Mercurio dà spettacolo: come e quando osservarlo a occhio nudo

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento