Economia

Pizzoli aggancia MacDonald's, presto a Budrio il più grande stabilimento del Sud Europa

Patatine ''made in Bo'' nei menù di MacDonald's e al via la costruzione di un nuovo stabilimento, in grado di trasformare oltre 200.000 tonnellate all'anno di patate provenienti da diversi bacini agricoli, con un investimento di 40 milioni di euro"

Patatine ''made in Bo'' nei menù di MacDonald's. Sarà Pizzoli, storica azienda di Budrio, resa famosa dalle patata fritte, a fornire la materia prima alla catena americana. Non solo. Pizzoli si prepara a realizzare, proprio a Budrio, il più grande stabilimento del Sud Europa.

"La nostra impresa inizierà nel primo trimestre 2015 la costruzione di un nuovo stabilimento, in grado di trasformare oltre 200.000 tonnellate all'anno di patate provenienti da diversi bacini agricoli Italiani, con un investimento pari a 40 milioni di euro", annuncia Nicola Pizzoli, amministratore delegato della società di famiglia.

Ogni giorno nei 500 fast food italiani di MacDonald's ne vengono servite oltre 300.000 porzioni. Pizzoli fornirà al colosso Usa una nuova patatina speciale grazie a un accordo che vale intorno alle 2.000 tonnellate su base annuale, circa il 10% dei volumi complessivi. "Da oggi troverete finalmente nei nostri ristoranti patatine fritte italiane, coltivate nel nostro paese da agricoltori italiani e lavorate in Italia, nello stabilimento di Budrio, in provincia di Bologna", commenta Roberto Masi, amministratore delegato di McDonald's Italia.

"Questa partnership con Pizzoli- aggiunge- è il risultato di un lungo impegno di McDonald's per localizzare in Italia la produzione di uno dei nostri principali ingredienti, le patatine".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizzoli aggancia MacDonald's, presto a Budrio il più grande stabilimento del Sud Europa

BolognaToday è in caricamento