menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Philip Morris riceve la certificazione Top Employer: "E' il risultato della capacità di rispondere all’emergenza Covid"

L’azienda fa sapere di essersi impegnata particolarmente nella riorganizzazione delle attività in modalità da remoto e di aver assunto anche durante il lockdown

Philip Morris Italia e Philip Morris Manufacturing & Technology Bologna si confermano anche nel 2021 “Top Employer”, ricevendo la certificazione dal prestigioso “Top Employer Institute” rispettivamente per il 12° e 8° anno consecutivo. "La conferma delle certificazioni - si legge in una nota dell'azienda - premia le politiche realizzate dalle due affiliate italiane del gruppo Philip Morris International (PMI) a favore delle proprie persone, soprattutto in un momento durante il quale le aziende sono diventate un punto di riferimento per superare le difficoltà dovute all’emergenza sanitaria".
 
Il riconoscimento ottenuto in questa edizione - continua la nota - " è infatti il risultato della capacità dell’azienda di rispondere in maniera rapida ed efficiente all’emergenza Covid-19, sostenendo i propri dipendenti, collaboratori e operatori di filiera, circa 30.000 persone in tutta Italia, durante questa fase complessa e delicata. Oltre all’adozione di tutte le procedure previste nel protocollo di regolamentazione sottoscritto tra Governo e parti sociali, l’azienda si è impegnata per la riorganizzazione delle attività in modalità da remoto, assicurando la fornitura di dispositivi di protezione non soltanto a tutti i dipendenti ma anche ai principali partner della propria filiera in Italia; implementando nuovi strumenti informatici per facilitare le interazioni tra dipendenti e mettendo a disposizione vari strumenti e attività, tra cui un numero verde per il supporto psicologico a distanza e l’accesso illimitato a corsi di formazione e di lingua gratuiti, sessioni di ginnastica e yoga aperte a tutti,
oltre a un programma di incontri in videoconferenza".

Inoltre - ricorda l'azienda - "durante il periodo del lockdown, Philip Morris Italia ha fatto 106 assunzioni, trasformato 38 contratti a tempo indeterminato e prorogato 159 contratti in scadenza. L’operato dell’azienda è stato improntato a mantenere il piano occupazionale già stabilito, garantendo i massimi livelli possibili di sicurezza e benessere per i propri dipendenti. "
 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento