menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Problema casa, il Comune aiuta le famiglie in difficoltà: contributi per proprietari e affittuari

Annunciato oggi da Giannini e Malagoli un piano che comprende tre misure riservate a chi è in difficoltà: bandi aperti per proprietari, affittuari e per chi è sotto sfratto

Il Comune di Bologna ha annunciato un piano casa da 3,4 milioni di euro per aiutare le famiglie in difficoltà e mettere a bando dei contributi rivolti sia a proprietari di immobili, sia ad affittuari e anche a chi è sotto sfratto. Il vicesindaco Silvia Giannini insieme all'assessore alle politiche abitative Riccardo Malagoli hanno presentato un sistema coordinato di interventi costituito da tre misure: la prima, il cosiddetto contributo "compensa Tasi" (il bando è aperto da domani e attivo fino al 21 novembre 2014), che aiuta economicamente le famiglie proprietarie di un immobile (con due o più figli a carico di meno di 26 anni); la seconda che va incontro alle esigenze di persone o famiglie che vivono in affitto e che fanno fatica a pagare la mensilità e la terza, il contributo di morosità incolpevole, per coloro che sono sotto sfratto. "Il problema della casa in Italia, in questo momento di crisi arriva subito dopo l'emergenza lavoro" ha sottolineato Malagoli presentando il progetto.

PROPRIETARI DI IMMOBILI. "L'intervento economico a favore dei proprietari di un immobile con determinate caratteristiche - spiega il vicesindaco Giannini - è stato inserito nel bilancio pluriennale e dunque non è una tantum: il Comune di Bologna ha qui investito 500 mila euro. Si tratta di contributi effettivi e non di detrazioni e per accedervi è necessario fare domanda attraverso un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC), anche ricorrendo ai servizi di uno dei 7 CAAF convenzionati (Teorema, Confartigianato Papini e Majorana, Cna Riva Reno e Arcoveggio, Venere srl - Caaf Uil, Asia/Usb Caf servizi di base, Caaf 50&Più, Società Centro Servizi S.C.S srl / CAF Cisl Bologna)".

FAMIGLIE IN AFFITTO. La seconda misura riguarda gli affittuari (con contratto registrato) e a disposizione ci sono 2 milioni di euro di contributo "fondo nazionale locazioni"; la domanda va fatta in modalità cartacea e il bando è aperto dal 22 ottobre 2014 al 28 novembre 2014.

LA MISURA PER CHI E' SOTTO SFRATTO. La terza misura riguarda le persone sotto sfratto: si chiama "contributo economico "morosità incolpevole" e serve, con un fondo di 815 mila euro, per sanare le situazioni di sfratto che riguardano immobili in affitto regolarmente registrati.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fagottini di mortadella caprino, miele e pistacchio

social

Crostatina ai lamponi senza glutine: la ricetta di Ernst Knam

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento