Restyling ex caserme e collaborazione per le linee del tram: firmato protocollo

"Allargare la collaborazione sulle aree urbanistiche, un accordo di intenti sulle infrastrutture, dal tram alla mobilità, e supporto alla smart city". Così il sindaco Virginio Merola illustra il protocollo firmato questa mattina al Palazzo D'Accursio tra Comune e Cassa Depositi e Prestiti

L'AD di Cdp Fabrizio Palermo e il sindaco Virginio Merola

"Allargare la collaborazione sulle aree urbanistiche, un accordo di intenti sulle infrastrutture, dal tram alla mobilità, e supporto alla smart city". Così il sindaco Virginio Merola illustra il protocollo firmato questa mattina al Palazzo D'Accursio tra Comune e Cassa Depositi e Prestiti - Cdp, la società per azioni che ha come principale azionista il Ministero dell'economia e delle finanze.

Tra gli obiettivi contenuti nell'accordo, la riqualificazione delle tre caserme cittadine​ da tempo dismesse, la Sani di via Ferrarese, la Masini di via Orfeo e la Mazzoni di via delle Armi. A buon punto l'iter per la Sani che diventerà "una cittadella intergenerazionale e di solidarietà", così la definisce il sindaco, ossia prevede un piano residenziale per giovani coppie, anziani e studentato "tenendo conto -continua Merola - che stiamo parlando di ex caserme, quindi bisogna considerare gli ostacoli, daremo la nostra risposta entro aprile, poi partirà l'iter". Si preme dunque l'acceleratore con i cantieri che potrebbero partire a inizio 2021. Ma "ai cittadini bisogna dire la verità", la non partenza di alcuni lavori non dipende sempre da una "volontà politica - sottolinea Merola - quando sono diventato sindaco è partita la crisi economica, inoltre, parliamo di ex caserme, dobbiamo fare i conti con la contaminazione e abbiamo un fondato timore in proposito".

Il "restyling" della ex caserma Sani è stato oggetto di un concorso e la stessa Cdp ha deliberato un investimento di 100 milioni di euro: "La Cassa ha affidato la progettazione al vincitore - conferma l'assessore all'urbanistica Valentina Orioli con - proposte di carattere residenziale di diverse tipologie", servizi compresi. 

VIDEO| Merola "Alla ex caserma Sani, cittadella della solidarietà" 

In dirittura d'arrivo anche il progetto per la caserma Mazzoni, mentre per la Masini sono in corso trattative con almeno tre soggetti interessati. 

Collaborazione con Cdp anche sulla realizzazione della tramvia: "Abbiamo 4 linee tram, ma avere il supporto di Casa depositi e prestiti è molto importanti - un ruolo di "advisor" per Merola - su chi sono i soggetti attuatori e si può discutere anche sul supporto alle imprese". 

Tre gli obiettivi concreti di Cdp su Bologna per l'Amministratore Delegato Fabrizio Palermo: "Dare direttive al territorio sul piano industriale, fare sistema e sostenibilita - come dimostrerebbe l'impegno sulle tre caserme - affianchiamo i comuni a individuare soluzioni - continua l'AD che annuncia anche l'apertura di una sede su Bologna - un territorio molto interessante per il tessuto economico e finanziario - sul progetto delle tre caserme - con il Comune abbiamo concordato di accelerare il percorso di riqualificazione di queste aree urbane".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

  • Coronavirus: riminese ricoverato, aveva volato dal Marconi. Positivo anche un altro passeggero dello stesso volo

Torna su
BolognaToday è in caricamento