menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il reddito dei bolognesi aumenta, ma i più ricchi sono gli over 60

Redditi alti nelle zone Colli, Galvani, Marconi e Murri, minimi in Bolognina e San Donato. Rimane la distanza di genere tra uomini e donne. Giovani in difficoltà

Un leggero aumento, ma quasi la metà della ricchezza rimane nelle mani degli over 60. E' quanto emerge dai dati dell’Ufficio di Statistica del Comune sulle dichiarazioni dei redditi 2016, che evidenzano come i giovani risultano più in difficoltà rispetto al 2002, anno preso a riferimento per capire le dinamiche reddituali sul medio periodo. Rimane la distanza di genere tra uomini e donne, ma la forbice sta diminuendo.

DIFFERENZE DI GENERE. I contribuenti di sesso maschile sono 140.741 e dichiarano un reddito imponibile complessivo di 4,222 miliardi di euro. Le femmine sono invece 152.846 e dichiarano in tutto 3,104 miliardi di euro. Il reddito imponibile medio maschile è dunque di 30.002 euro, il 47,7% in più rispetto a quello femminile, che si ferma a 20.307 euro. Se guardiamo al valore del reddito mediano, la forbice si assottiglia e scende al 27,2% in più per gli uomini. Questo significa che tra i contribuenti maschi c’è una maggiore concentrazione del reddito e cioè una presenza più elevata di percettori di redditi alti e medio-alti. Sul fronte delle diseguaglianze sul medio periodo c’è una buona notizia: pur essendo il divario di genere ancora molto netto, la distanza tra i due sessi si accorcia sensibilmente nel tempo, visto che nel 2002 il reddito mediano degli uomini era del 37,8% superiore rispetto a quello delle donne, oltre dieci punti percentuali in più rispetto al 2015.

Inoltre, in tutte le classi i valori femminili sono inferiori a quelli maschili, ma il divario è molto più contenuto tra i 25 e i 44 anni. Dai 45 anni in poi le differenze si accentuano e raggiungono i valori più elevati nelle età comprese tra i 65 e i 79 anni. Vale la pena notare che nel tempo sono proprio queste ultime le generazioni per le quali il gap tra i due sessi ha subito un progressivo ridimensionamento, contribuendo ad attenuare lo squilibrio complessivo tra maschi e femmine in tema di reddito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento