menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'interno del Pappagallo

L'interno del Pappagallo

Il ristorante Pappagallo riapre in zona rossa, ma solo per le aziende: "Ristorazione per i lavoratori convenzionati"

Il co-titolare Michele Pettinicchio: "E' un modo per riaprire le porte quando siamo psicologicamente devastati. Vogliano renderci attivi dando un servizio alla città in attesa che i contagi calino e che finalmente si possa riaprire"

"Era un po' che ci pensavamo, ma speravamo in una apertura normale. Non essendo possibile abbiamo deciso di reagire con una formula temporanea che è quella della convenzione per il servizio di ristorazione sostitutiva. In pratica saremo aperti sì, ma solo per le aziende e i loro dipendenti, se avranno attivato una regolare convenzione, così come consentito dalla legge e dal dpcm": queste le parole di Michele Pettinicchio ed Elisabetta Valenti, titolaro del ristorante Al Pappagallo. 

Come funzionerà il servizio e cosa vi aspettate da questa apertura 'diversa'? "Si tratta di una modalità transitoria da cui non ci aspettiamo molto in termini di entrate (impossibile naturalmente risarcire le gravi perdite accumulate in questo anno), ma è un modo in un momento che ci vede psicologicamemte devastati, per riaprire e dare un servizio alla città. Questa restava l’unica possibilità che consente la riapertura dell’attività, la riattivazione delle forniture, che per molte aziende della filiera rappresenta una piccola boccata di ossigeno, significa lavoro per il personale di sala e di cucina. Alcune convenzioni sono già state attivate e ci aspettiamo dipendenti di aziende dei dintorni, tra uffici e negozi che sono attualmente aperti e operativi". 

Da quando parte questa nuova formula? Da domani, venerdi 9 aprile. L'apertura per noi sarà quindi ammessa tutti i giorni sia a pranzo che a cena, compresi sabato e domenica dalle ore 12.00 alle ore 14.30 e dalle ore 19.00 alle ore 22.00. Resteranno comunque attivi per tutta la durata dell’attività i servizi di asporto e delivery. Sarà indispensabile la prenotazione per il servizio serale, per delivery e asporto, e per il servizio nei fine settimana e festivi. Abbiamo già attivato delle convenzioni". 

Con il servizio solo colazione di lavoro sentite di svilire il vostro prestigioso ristorante? "Non diventiamo certo una mensa. Tutta la qualità resta e il menù è semplicemente ridimensionato per evitare gli sprechi. I clienti troveranno i nostri piatti della tradizione. Tortellini, tagliatelle, lasagne e bolliti sono immancabili". 

Dipendenti di aziende, lavoratori, partite iva...facciamo chiarezza su chi potrà accedere al servizio di ristorazione sostitutiva? "Tutto ciò che è azienda. Quindi sì ai dipendenti ma no ai singoli lavoratori. Potranno usufruire del servizio business i clienti motivati da esigenze, certificate, di lavoro".

Quanti sarete da domani a lavorare al ristorante? "Due cuochi, il direttore di sala e io ed Elisabetta. Ed è anche troppo in questa fase". 

Prezzi? Ci sarà un menù? "Non ci sarà un menù, ma il consumo alla carta come previsto dalla normativa. Il costo del pasto sarà calcolato in base ai prezzi esposti secondo il menù in vigore, I.V.A.10% inclusa, e sul prezzo verrà applicata una condizione di miglior favore pari al 5% del totale". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento