rotate-mobile
Economia Gaggio Montano

Crisi Saeco: annunciati 240 esuberi tra i lavoratori

Un sostanziale dimezzamento dell'organico. La notizia è arrivata dall'atteso incontro tra l'azienda e i sindacati. Fiom-Cgil teme la chiusura dello stabilimento: "Andiamo a testa bassa e prendiamo a testate i fautori di questo disastro"

La Saeco di Gaggio Montano annuncia circa 240 esuberi tra i propri lavoratori: un sostanziale dimezzamento dell'organico. La notizia è arrivata dall'atteso incontro tra l'azienda e i sindacati.

Fiom-Cgil teme la chiusura dello stabilimento: "Andiamo a testa bassa e prendiamo a testate i fautori di questo disastro", arriva ad invitare il segretario regionale Bruno Papignani sul suo profilo Facebook. Philips, osserva il sindacalista, "gestisce marchi, non produzioni, ma non possiamo permetterci che gradualmente chiuda la Saeco Italia mantenendo qualche linea dimostrativa o qualcuno ad incollare i patacchini".

Preoccupazione anche dal mondo politico. "E' indispensabile che la Regione dia seguito agli impegni assunti nei giorni precedenti in risposta alla mia interrogazione e convochi le parti e attivi tutti i percorsi a salvaguiardia e tutela di lavoratrici e lavoratori", fa sapere il capogruppo di Sel in Regione Igor Taruffi, di Porretta terme. "Credo che il tema debba essere portato all'attenzione anche del Governo e del ministero competente e a tal proposito mi muovero''. Per l'Appennino bolognese si profila una situazione drammatica. Piena solidarietà e sostegno alle mobilitazioni di lavoratrici e ai lavoratori". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Saeco: annunciati 240 esuberi tra i lavoratori

BolognaToday è in caricamento