rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Economia Gaggio Montano

Saeco, siglato accordo: 'Ora definire percorso lavoratori verso nuove occupazioni'

Sottoscritta l'intesa al Mise. Prossimo passo: il sindaco ha promesso che incontrerà i lavoratori per definire insieme a loro il percorso di ricollocamento

Il dado è tratto. Via ai licenziamenti, con incentivi economici, alla sede Saeco di Gaggio Montano. Così come è stato stabilito nell'accordo tra sindacati, la multinazionale Philips e il Ministero. L'ipotesi di intesa è infatti stata accettata dai lavoratori, che interpellati attraverso un referendum, hanno dato parere favorevole (nel 95% dei casi). Ieri c'è stata la sigla dell'accordo al tavolo del Mise (ministero dello sviluppo economico). 
Alla sottoscrizione di ieri  erano presenti per la Città metropolitana il sindaco Virginio Merola e Benedetto Zacchiroli, consigliere metropolitano con delega a Sviluppo economico e sociale, Politiche del lavoro e tavolo di salvaguardia del patrimonio produttivo.

Si ufficializzano così i 190 "esodi" incentivati con 75.000 euro, cassa integrazione e la promessa di 23 milioni di euro di investimenti sullo stabilimento sull'Appennino.
 .
"Presto - ha dichiarato il sindaco metropolitano Virginio Merola - incontrerò le lavoratrici e i lavoratori della Saeco per definire insieme un percorso di accompagnamento verso nuove occupazioni per chi sceglierà la mobilità volontaria. Ho ringraziato lavoratori, sindacati e istituizioni coinvolte per l'ottimo lavoro di squadra -  ha concluso Merola - vorrei però  ricordare che se anche il 95% dei lavoratori ha valutato positivamente l'accordo, rimane sospeso il giudizio sull'Azienda".

La protesta dei lavoratori Saeco in piazza Maggiore

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saeco, siglato accordo: 'Ora definire percorso lavoratori verso nuove occupazioni'

BolognaToday è in caricamento