rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021

Saga Coffe: commercianti in corteo per solidarietà. Bonaccini atteso al sit-in | VIDEO

L'iniziativa: "Abbiamo pensato insieme a tutti i commercianti del territorio di aprire una raccolta fondi che potrà servirvi nei prossimi giorni di presidio". Intanto per oggi convocato un nuovo incontro ai cancelli

Continua il presidio alla Saga Coffee, a Gaggio Montano, dove con cartelloni e picchetti i lavoratori fanno sentire la propria voce, continuando a ripetere la "Saga Coffe non si tocca."  Si teme per i licenziamenti, dopo l'annuncio del gruppo Evoca, arrivato a inizio novembre, di dismettere lo stabilimento sull'Appennino bolognese.  La parola sullo sfondo è quella della delocalizzazione. Davanti ai cancelli dello stabilimento da settimane si sfoga la rabbia, la paura di chi teme di perdere le proprie sicurezze. Il proprio lavoro. Scene che questa paesino incastonato nelle nostre montagne conosce bene, basti pensare alla battaglia dei lavoratori Philips.

Bonaccini al presidio con i lavoratori di Saga Coffe

Ad ascoltare quelle voci oggi ci sarà anche il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, atteso davanti ai cancelli dove per stamane è convocato un incontro pubblico a sostegno di un impegno condiviso per il mantenimento dell'occupazione e del sito produttivo e promosso da Fiom-Cgil e Fim-Cisl Amb.

Al governatore "chiederemo che la Regione si impegni su alcune cose e non abbiamo dubbi che lo faccia perchè lo ha detto", afferma Primo Sacchetti della Fiom-Cgil di Bologna . Arrivando sull'Appennino bolognese Bonaccini "prenderà atto di cos'è una comunità: qui le cose sono un po' differenti rispetto alla città", continua Sacchetti nel video diffuso sui social dalla Fiom, perchè in ogni senso "qui il lavoro è vita vera".

Già nelle scorse settimane il Governatore aveva detto la sua sulla amara vicenda.  "Ci devono dire guardandoci in faccia quali sono i motivi di un provvedimento che, ci viene detto, non ha motivi di difficoltà dal punto di vista della collocazione sul mercato di quel prodotto", aveva sottolineato Bonaccini in collegamento con L'Aria che tira, su La7.

L'annuncio della chiusura arrivato a inizio novembre era stato "un fulmine a ciel sereno - sottolineava ancora il Presidente della regione - perché è un momento molto favorevole dal punto di vista occupazionale"

Saga Coffee, lavoratori ancora in presidio: "Il clima non aiuta, ma non molliamo"|VIDEO 

Commercianti in corteo a Gaggio

Intanto ieri il presidio si sono uniti anche i commercianti della zona dall'Anpi provinciale, con la presenza della presidente Anna Cocchi. I negozianti, in particolare, hanno sfilato in corteo davanti allo stabilimento (Video in alto). "La montagna non si tocca, la Saga non si sposta" e "la vostra lotta è la nostra lotta", sono i messaggi espressi dai commercianti sugli striscioni, al pari di "la montagna non si tocca, stop alla delocalizzazione". Ma oltre agli striscioni è arrivato anche un sostegno concreto: "Abbiamo pensato insieme a tutti i commercianti del territorio- spiega nel video una rappresentante dei negozianti- di aprire una raccolta fondi che potrà servirvi nei prossimi giorni di presidio, sperando siano sempre meno, però nel frattempo potete contare su un piccolo supporto economico che in queste settimane abbiamo raccolto".

Anche questo è un modo per "ricordarvi che non siete soli in questa lotta, il territorio lo sta dimostrando ampiamente", continua la commerciante: "Siete sommersi da persone che vi vengono a trovare portando cibo, acqua, un abbraccio e sappiate che questo è il dono più grande che possiamo portarvi: stare con voi e stringervi forte".

Anpi: "I gesti e le azioni hanno sempre un significato"

Con Cocchi, invece, il presidio ha cantato "Bella ciao" a squarciagola. "Con la Costituzione nel cuore ribadiamo che il lavoro è un diritto da tutelare sempre", scrive l'Anpi sui social segnalando la visita di ieri al presidio. "I gesti e le azioni hanno sempre un significato. Non è vero che potete fare poco, potete fare tanto. L'Anpi- sottolinea Sacchetti- è un simbolo di resistenza e di lotta. Queste donne sono partigiane, stanno facendo la resistenza da qui e andranno avanti fino alla fine". Sapendo che "da questa battaglia e da questa vertenza la comunità ne esce tutta assieme- conclude il rappresentante della Fiom- altrimenti da soli non ce la facciamo". 

Saga Coffee, la voce delle lavoratrici: "Continueremo a lottare" | VIDEO 

Saga Coffee, sindaci al presidio con i lavoratori 

Intanto nei giorni scorsi avevano sfilato anche i sindaci del territorio davanti alla azienda. Dure le parole del primo cittadino di Bologna, Matteo Lepore che aveva parlato di "un vero tradimento del territorio quello dell’azienda che da mesi svuota la fabbrica alle loro spalle. 220 persone che oggi perdono il loro lavoro per una delocalizzazione ingiustificata". 

Saga Coffee, Zuppi riceve i lavoratori 

Pure la chiesa guarda alla situazione dei lavoratori in bilico di Gaggio Montano. "La loro sofferenza è molto preoccupante – aveva detto il cardinale Zuppi annunciando l'incontro con una delegazione dei lavoratori – speriamo si possano trovare soluzioni che guardino anche al futuro, non soltanto all'emergenza attuale. Servono prospettive per i lavoratori, verso cui esprimiamo vicinanza, e anche per tutto il territorio della montagna". 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Saga Coffe: commercianti in corteo per solidarietà. Bonaccini atteso al sit-in | VIDEO

BolognaToday è in caricamento