Sugli scontrini spunta la "covid tax". Codacons Bologna: "Addebiti illegittimi, denunciate"

Intervista al responsabile regionale Codacons.: "Rientri di spesa legati al rischio d'impresa". L'associazione è impegnata anche nel supporto dei familiari delle vittime e dei contagiati delle province di Bologna, Modena e Parma. Confesercenti: "Il problema è il calo degli incassi"

È stata ribattezzata "Covid tax", una voce spuntata su alcuni scontrini sottoforma di "contributo". Diverse le denunce arrivate anche da Bologna e dall'Emilia Romagna, come conferma a Bologna Today l'avvocato Bruno Barbieri, vicepresidente nazionale e responsabile regionale del Codancons.

"Riteniamo che si tratti di addebiti illegittimi, per questo stiamo invitando i cittadini a segnalare per porre fine a queste prassi - fa sapere  Barbieri - da quanto mi risulta non esiste nessun contributo ufficiale applicabile dagli esercenti, se non in forma volontaria e previa comunicazione".

Quindi si tenta di recuperare dai clienti le spese e i disagi dovuti all'emergenza sanitaria?

"Sì, rientri di spesa che invece dovrebbero essere legati al rischio d'impresa. E poi chiediamoci, quanto dureranno? Sono un avvocato e ho tre studi a Bologna, tra divisori e sanificazione ho speso oltre 2mila euro, ma non posso certo aumentare le parcelle con questa motivazione". 

Si segnalano anche rincari?

"Qualche segnalazione c'è stata, piccoli aumenti sui prodotti ortofrutticoli giustificati dalla mancanza di braccianti ecc, ma bisogna prestare attenzione e - continua Barbieri - rinnovo l'invito a denunciare". Codacons ha registrato anche casi "di centri estetici che utilizzano kit monouso, camici e ciabatte, facendoli pagare ai clienti, sempre per esigenze legate al covid". Per Barbieri "gli italiani un contributo lo darebbero comunque, come si è visto per le donazioni e il caffè sospeso ad esempio, ma sempre su base volontaria".

Non ha ricevuto nessuna segnalazione invece Massimo Zucchini, presidente provinciale di Confesercenti Bologna e titolare del Celtic Druid Pub, in via Caduti di Cefalonia: "Il problema per noi è il calo degli incassi, il 18 maggio, giorno della riapertura, i clienti avevano voglia di uscire, quindi durante la settimana appena trascorsa si è avuta una parvenza di normalità, ma la situazione sarà presto abbastanza critica. Per rispettare il distanziamento ho tolto 158 sgabelli dal mio locale, non sono pochi... Gestisco un pub legato alla massa, quindi è evidente che al momento affronto una crisi, credo ne avremo fino a ottobre, sempre che tornino gli studenti e poi se si continuano con tutte queste ordinanze, alle 22 il centro si svuota, cosi c'è chi cerca di guadagnare a discapito della qualità".

Decessi per covid: call con i familiari delle vittime

Sempre sul fronte coronavirus, Codacons ha organizzato una call per sabato 30 maggio aperta ai familiari delle vittime o a persone che hanno subito ricoveri o conseguenze sanitarie nelle province di Bologna, Modena e Parma: "E' necessario un nostro supporto perchè chi ritiene di aver contratto il virus in modo diretto o indiretto, i parenti dei deceduti nelle case di riposo - dice Barbieri - saranno chiamati a provare le eventuali negligenze sulle norme di sicurezza con delle perizie tecniche, quindi pratiche che costano". Durante la call, l'associazione fornirà a titolo gratuito istruzioni su come procedere per giungere quanto prima a individuare i responsabili, in pratica ottenere giustizia. Codacons, dal canto suo, ha titolo per costituirsi parte civile in tutti i procedimenti penali legati ai contagi.

Leggi anche:

Coronavirus Bologna e provincia 26 maggio: tutti i numeri comune per comune

Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 26 maggio: 24 nuovi casi e 8 decessi

Fase 2, nuova ordinanza sull'asporto in centro: Merola chiude alimentari alle 21

Fase 2, dehors temporanei e gratuiti: orari, zone e criteri. Tutte le novità

Coronavirus, anche la Regione apre alle cure al plasma

Movida e rischio contagio, ordinanza a Calderara: stop all'alcool fuori dagli spazi

Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

Scuola, protesta sul Crescentone: "Bambini dimenticati, riaprire in sicurezza" | VIDEO

Spostamenti tra regioni e l'indice Rt: la situazione in Emilia Romagna e nel resto d’Italia

Coronavirus, come è cambiata la nostra vita quotidiana: partecipa al sondaggio

Assembramenti, 13 giovani denunciati: facevano una grigliata nel cortile condominiale

Centri diurni per persone con disabilità: ok alla riapertura, le linee guida

Il primo matrimonio post-lockdown celebrato a Palazzo D'Accursio: Sala Rossa Fulvio e Marisol

Test sierologico: come funziona, dalla prenotazione all'esito | VIDEO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Liceo Galvani, lutto al rientro a scuola: è morto il prof Stefano Tampellini

  • Soccorsi all'alba in via Emilia Levante: nulla da fare per un ragazzo di 20 anni

  • Coronavirus nel bolognese, un caso a Longara di Calderara di Reno: "34 ragazzi in isolamento"

  • Scuola, altri due casi di Covid al Fermi e alle Guido Reni

  • Aggressione in casa: tenta violenza sessuale, lei scappa in strada

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento