Giovedì, 23 Settembre 2021
Economia

Dal SAIE, un’eccellenza che non risente della crisi: Sebach

Bologna Today fra i padiglioni del SAIE: l'intervista a un'azienda leader nel noleggio dei bagni chimici, Sebach. Soluzioni eco-friendly e certificate anche per problemi urbani di degrado

Il cuore rovesciato, una comunicazione ironica ed efficace: il case-history di Sebach, l’azienda toscana leader nel noleggio dei bagni chimici (quegli stessi bagni chimici colorati, personalizzati e funzionali che vediamo in cantieri, agli eventi e lungo le strade) è al Saie di Bologna con nuove proposte che non lasciano indifferenti i cittadini, soprattutto se si tratta di riqualificazione e valorizzazione urbana. Bologna Today ha intervistato i responsabili per capire quale sia il “segreto” di un’azienda che combatte (e vince) la crisi con la qualità.

Che cos’è Sebach?
Sebach è un’azienda italianissima (quel CH finale può confondere, ma è parte dell’acronimo “Servizio Bagni Chimici) che ha sede in Toscana, a Certaldo. E’ leader nel noleggio dei bagni chimici e, grazie a una rete di concessionari capillare ed efficiente, raggiunge ogni parte della Penisola con un servizio sicuro, igienico e tempestivo. Le cabine Sebach hanno il valore aggiunto della personalizzazione: ogni bagno infatti può essere pellicolato con immagini sempre differenti, e questo comporta un elevato potenziale estetico e un impatto visivo piacevole e in armonia con il luogo in cui viene posizionato.

Sebach ha risentito della crisi economica?
La nostra azienda, fortunatamente, non ha subito le conseguenze di questa crisi, fatta eccezione per qualche oscillazione dovuta ai problemi legati al settore edile, ma che non hanno compromesso l’andamento dell’impresa, rimasto pressoché invariato rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Puntare sulla qualità e sulla sicurezza è una garanzia anche in tempi particolarmente difficili come questo.

Commenti su questa edizione dal SAIE?
Il Saie si riconferma un punto di riferimento per il settore, ma anche un punto di incontro importante per dialogare con il pubblico: nella nostra area abbiamo accolto con piacere le domande curiose di visitatori e addetti ai lavori, che hanno potuto “toccare con mano” i nostri prodotti e conoscere lo staff che lavora ogni giorno per soddisfare i suoi clienti.

Che novità avete presentato in Fiera?
Oltre a Dress Box (cabina spogliatoio) e Toilet Box (bagno con l’allacciamento idrico) c’è il nuovo prodotto Top San NO TOUCH. Dopo la presentazione del prototipo lo scorso anno, ora il bagno chimico di nuova generazione lanciato da Sebach è completamente operativo per il noleggio su tutto il territorio nazionale. Lo si usa senza “toccare nulla”.

I bagni Sebach sono stati spesso utilizzati durante grandi eventi cittadini come i T-Days e sono stati davvero utili: possono essere una risposta valida ai casi di “latrine all’aria aperta”?
Possono esserlo sia per eventi che durano solo qualche giorno, ma anche per essere posizionati in zone particolarmente critiche “in pianta stabile” o comunque per periodi prolungati con l’adeguamento degli interventi di pulizia. Sappiamo che Bologna, come tante altre città italiane risente di problematiche igieniche (soprattutto nella zona universitaria) dovute all’assenza di servizi pubblici e possiamo dire con certezza che Sebach è la soluzione giusta, proprio perché mobile, bello e igienico. L’educazione e la civiltà delle persone resta comunque un presupposto importante.

Avete certificazioni particolari per quanto riguarda l’igiene, sicurezza e rispetto per l’ambiente?
Uno dei motivi di orgoglio per Sebach è proprio l’attenzione a tematiche fondamentali per cui ha già ottenuto tre certificazioni: qualità (ISO 9001), ambiente (ISO 14001) e sicurezza (OHSAS 18001). Il wc chimico Sebach si sta infatti affermando sempre più come un servizio di pubblica utilità. Pensiamo sia necessario intraprendere azioni positive e concrete, come quella di far diventare la gestione ambientale parte integrante dell’attività quotidiana di un’azienda e ha deciso di testimoniare e comunicare al mercato il proprio impegno adeguando il proprio sistema di gestione aziendale ai requisiti delle norme internazionali più conosciute ed apprezzate, sinonimo di serietà e responsabilità. Sebach ha conseguito nel 2009 anche la Certificazione Ambientale ISO 14001, testimonianza del suo impegno nel portare avanti il tema ambientale mantenendolo su un binario parallelo a quello della propria attività: “in altre parole la certificazione ambientale è la strada maestra per l’eco-efficienza, cioè per l’eccellenza del business collegato ad una gestione appropriata dell’ambiente e alle preoccupazioni per il degrado ambientale e i bisogni delle future generazioni”, chiariscono i vertici dell’azienda.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal SAIE, un’eccellenza che non risente della crisi: Sebach

BolognaToday è in caricamento