Castel Maggiore: problemi finanziari alla Selcom, lavoratori a rischio

Altri lavoratori a rischio nelle aziende del bolognese. L'azienda occupa 770 lavoratori tra le sedi del bolognese (360), Palermo (110), Belluno (290) e Milano (10). Ieri l'incontro al Ministero

Altri lavoratori a rischio nelle aziende del bolognese. I problemi finanziari del gruppo Selcom, azienda di Castel Maggiore che produce apparati e sistemi elettronici e meccanici, sono arrivati sul tavolo del ministero dello Sviluppo economico, su richiesta dalla Fiom-Cgil.

L'azienda occupa 770 lavoratori tra le sedi di Bologna (360), Palermo (110), Belluno (290) e Milano (10): "Sono emersi seri e stringenti problemi finanziari, che l'azienda non aveva mai rappresentato in queste dimensioni alle Rsu e alle organizzazioni sindacali", si legge in una nota, problemi che potrebbero, avverte la Fiom "anche mettere in discussione, nel breve periodo, la continuità produttiva di tutti gli stabilimenti con ricadute drammatiche sotto il profilo occupazionale". E nemmeno il miglioramento del conto economico nel primo semestre dell''anno è giudicato sufficiente a garantire il futuro.

La Fiom, assieme ai delegati, hanno chiesto dunque alla dirigenza di assumersi la responsabilità della situazione, "figlia di un passato debitorio importante", e chiesto un "indispensabile impegno" di Governo, Istituzioni locali, banche e di "tutti i soggetti interessati a salvaguardare un patrimonio industriale, professionale e tecnologico nonchè occupazionale". Bisogna fare "tutto il necessario per evitare che la situazione diventi definitivamente compromessa", esorta il sindacato.

In Emilia-Romagna la Fiom ha già chiesto un incontro urgente al presidente della Regione Stefano Bonaccini e oggi informerà i lavoratori sulla situazione. Intanto il confronto è stato aggiornato a venerdì 16 settembre 11 a Roma sempre al ministero dello Sviluppo economico. (agenzia dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

Torna su
BolognaToday è in caricamento