Economia

R2b| Smau. Startup, incubatori, spin-off e fablab: tutte le opportunità per i protagonisti del rinnovamento delle imprese

Il 9 e 10 Giugno 2016 torna a BolognaFiere R2B | Smau l’evento dedicato all’innovazione, al networking e alla creazione di nuove occasioni di business tra ricerca e sistema imprenditoriale che proporrà oltre 100 innovazioni

R2B |Smau, in programma il 9-10 Giugno a BolognaFiere, è l’evento promosso dalla Regione Emilia-Romagna e BolognaFiere, in collaborazione con ASTER, il Consorzio regionale per l’innovazione e SMAU, e dedicato all’innovazione e alla ricerca industriale italiana.

Al padiglione 33 si potranno scoprire oltre 40 startup e progetti di impresa selezionati tra i migliori dell’Emilia-Romagna che presenteranno a R2B i propri prototipi e prodotti attraverso un’area espositiva e attività dedicate. Insieme alle startup di Emilia-Romagna Startup si potranno trovare i servizi e gli strumenti che sostengono la creazione d’impresa in regione: incubatori, spazi di co-working e oltre 50 laboratori della Rete Alta Tecnologia che supportano il trasferimento tecnologico alle imprese.

Molte saranno quindi le proposte e soluzioni innovative, oltre che attività di ricerca inserite nel mercato come, ad esempio, quelle effettuate dal laboratorio di Neuroscienze Applicate della Fondazione GTechnology le cui applicazioni al marketing si traducono in Neuromarketing per l’innovazione del settore digital e per il retail marketing, come nuovo modo di operare all’interno dell’azienda. O ancora come quelle realizzate dall’Istituto Ortopedico Rizzoli che presenterà delle protesi totali in 3D e un nuovo metodo che permette una diagnosi precoce dell'osteoporosi, attraverso un semplice prelievo di sangue e il monitoraggio dell'efficacia di terapie o altri trattamenti in atto, portando, quindi, alla prevenzione delle complicanze.

Provenienti dalle startup alcune idee innovative come il lavamani brevettato, adatto per qualsiasi tipo di ambiente, che in meno di un minuto lava, disinfetta e asciuga garantendo un risparmio del 95% di acqua, 100% di carta, 33% di energia e 60% di detergente realizzato dalla startup Biomeco. E ancora, alla piattaforma Axion Al che permette di creare dai Big Data raccolti modelli predittivi per ottimizzare in tempo reale decisioni di mercato e previsioni a medio/lungo termine senza l’ausilio di tecnici specializzati. O all’infrastruttura di Clickode che permette di integrare ed analizzare in modo semplice ed intelligente i sensori IoT e che può analizzare trilioni di dati o eventi mentre accadono. E, ancora un innovativo metodo di produzione del grafene che garantisce un prodotto di qualità mantenendo bassi i costi realizzato da GNext. Non mancano poi le proposte in tema Agrifood, come quella di Ufoody, un grande mercato on line di eccellenze agroalimentari

Nei due giorni, inoltre si potrà scoprire tutta l’innovazione applicata alla manifattura attraverso la Rete della Manifattura Digitale Mak-ER, rete che connette quelle comunità di persone che in Emilia-Romagna condividono, all’interno di laboratori di digital fabrication e manifattura avanzata, spazi fisici e attrezzature per attività di making con l’obiettivo di favorire un processo regionale di crescita intelligente, sostenibile e inclusivo.

Numerosi i workshop e convegni organizzati nei due giorni dalla Regione Emilia-Romagna: si parlerà di bandi e progetti di promozione dell’export per le imprese e dell’internazionalizzazione, il programma POR FESR 2014-2020 e i contributi per le PMI, il Piano Triennale Integrato Fondo Sociale Europeo a supporto del trasferimento tecnologico, della Ricerca e dell’Imprenditorialità, le iniziative di apprendistato di alta formazione e ricerca e molto altro.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

R2b| Smau. Startup, incubatori, spin-off e fablab: tutte le opportunità per i protagonisti del rinnovamento delle imprese

BolognaToday è in caricamento