rotate-mobile
Economia

10 mld di tagli alla sanità, Federconsumatori E-R: 'La Regione si opponga'

Non si tratterebbe di tagli ma di razionalizzazione delle spese, ha dichiarato Beatrice Lorenzin, il Ministro della Salute. Federconsumatori: 'L'unica cosa concreta saranno i tagli alle prestazioni'

Non si tratterebbe di tagli ma di razionalizzazione delle spese, lo ha detto a Sky Tg24 Beatrice Lorenzin, il Ministro della Salute, in merito all apending review nella sanità  'Abbiamo approvato un anno fa il Patto della Salute che prevede una serie di tappe per rendere sostenibile il sistema, si possono recuperare 10 miliardi in almeno 5 anni, partendo dagli sprechi dovuti all'improduttività" ha sottolineato il Ministro.

“In pochi giorni la situazione è precipitata e si è scoperto il gioco. Il Governo con alcuni emendamenti al decreto ominibus sugli enti locali, in fretta e furia, taglia altri 10 miliardi alla sanità. Alla faccia dei risparmi mirati, degli interventi sugli sprechi e sugli ospedali inefficienti, qui, con un tratto di penna, si abbassano i livelli di assistenza sanitaria a milioni di  cittadini". Lo scrivono in una nota congiunta Marcello Santarelli, Presidente Federconsumatori Emilia Romagna e Fabrizio Ghidini, responsabile regionale sanità di Federconsumatori per i quali "non si tratta di una riforma nel nome della salute ma di tagli preconfezionati per finanziare misure, sbagliate  ed inique, come l'eliminazione tout court della tassazione sulla prima casa. A iniquità si aggiunge iniquità. Il governo commissaria tutti, ministro, dirigenti sanitari e medici". 

Secondo Federconsumatori il timore è "che gli sprechi rimarranno, mentre l'unica cosa che diventerà concreta saranno i tagli alle prestazioni quali: analisi, esami, visite e degenze ospedaliere. Insomma livelli di assistenza più scadenti e nuovi costi a carico dei cittadini. Chi potrà, o chi sarà costretto, dovrà far ricorso alla sanità privata. Chi non potrà, pur essendone costretto, si curerà di meno". 

Così la richiesta Regione Emilia Romagna "di opporsi alle nuove misure e al metodo scelto per affrontare il tema salute. Auspichiamo, inoltre, che la Conferenza delle Regioni faccia sentire la propria voce ,come invece non ha fatto quando, alcune settimane fa, non si è opposta ai nuovi tagli al fondo sanitario". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

10 mld di tagli alla sanità, Federconsumatori E-R: 'La Regione si opponga'

BolognaToday è in caricamento