menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viaggi e Covid, le agenzie si reinventano: "Pacchetti con tampone e vaccini, convenzioni con centri specializzati"

Il settore segna un -93% a causa del Coronavirus, ma si pensa al futuro: "Un servizio che prevede una convenzione con con una serie di centri specializzati tramite i quali possiamo garantire esecuzione del tampone, vaccino, certificato in lingua inglese"

Il World Travel and Tourism Council nel 2020 quantifica la perdita del turismo italiano in 100 milioni di euro al giorno e nel nostro Paese rispetto al 2015 e secondo i dati Istat il fatturato delle agenzie di viaggi sarebbe sceso del 93%. Mai quanto in questo periodo, come durante il lockdown totale, sognamo tutti di tornare a studiare degli itinerari, preparare una valigia, comprare una guida e individuare i punti di interesse, salire su un aereo per vivere una vacanza come era nel pre-Covid. Ma il Coronavirus, per molti versi e anche in questo ambito, fa da spartiacque e stravolge modalità e normative, stringendo il campo e obbligando gli operatori del settore a re-inventarsi per continuare a lavorare. Un esempio di "adattamento": ideare pacchetti viaggi che includano già il tampone laddove lo Stato nel quale ci si sta dirigendo richieda la negatività per poter varcare il confine. 

"Confermo il dato sui fatturati delle agenzia di viaggio - dice Carlotta Sassatelli Salvadori, titolare di una storica attività di famiglia - e se non è il 93% è il 90%. Il momento è quello che è, ma noi non abbiamo chiuso un giorno e adesso, da quando l'Emilia-Romagna è zona arancione, stiamo lavorando per i viaggi di lavoro e per dare assistenza ai clienti che si devono spostare anche solo in territorio nazionale per viaggi in treno o in aereo per i quali è naturalmente prevista l'autocertificazione". Come cambierà il settore? Cosa ci si può inventare per continuare a dare servizi utili in un momento di fermo come questo? 

Il pacchetto "medicina 360°" aiuta chi viaggia: dal tampone al check-up quando si rentra

"Questo 2020 ci ha messo di fronte a numerose sfide e noi le abbiamo accettate tutte, spingendoci oltre la nostra comfort zone e cercando nuovi servizi per assistere i clienti in tutta l’organizzazione del viaggio - spiega Carlotta Sassatelli Salvadori - In pratica abbiamo pensato a un servizio che abbiamo chiamato 'medicina 360°' e che prevede una convenzione con con una serie di centri specializzati su tutto il territorio italiano tramite la quale possiamo garantire servizi quali esecuzione del tampone, vaccino, certificato in lingua inglese che attesti la buona salute di chi parte". 

In sostanza questo pacchetto di servizi pre-viaggio consiste nell'organizzare prenotazioni di tamponi, test sierologici e test rapidi in tutte le regioni autorizzate; fare degli incontri per consulenze mediche pre-viaggio; fissare appuntamenti per vaccinazioni ordinarie e tropicali; pianificare dei check-up sanitarii al rientro, oltre che appunto richiedere certificati sanitari anche in altre lingue: "Abbiamo pensato che in questo modo siamo in grado di gestire interamente la pratica di viaggio: a partire dall’acquisto dei biglietti fino alla prenotazione dei servizi sanitari richiesti dalla destinazione finale, così da togliere questo peso al viaggiatore che spesso si trova disorientato e senza chiare e precise linee guida. Il tutto viene fatto nel rispetto delle tempistiche, spesso molto strette, imposte dalle compagnie aeree o dai paesi nei quali si farà ingresso. Inoltre, il servizio scelto viene erogato nel laboratorio più vicino e comodo al viaggiatore". 

Il Natale resta, i viaggi solo rimandati: "Si investe già per la prossima estate" 

Il Natale è alle porte, ma come ben sappiamo non sarà un Natale come gli altri. Quale il futuro per il settore? Come si viaggerà e quando? Come corroni ai ripari le agenzie di viaggio? "Bicchiere mezzo pieno. Stiamo investendo nel 2021 proponendo ai clienti eventuali l'opportunità di pensare oggi alla prossima estate offrendo sia condizioni economiche vantaggiorse che la massima tutela in caso si decida di rinunciare al viaggio anche a ridosso della partenza. Il nostro slogan chiede alle persone di aiutare il turismo per questo Natale e noi nel frattempo ci siamo inventati una speciale carta di credito che può essere prepagata o no e che vale ben due anni". 

Una nota sulle crociere. Come funzionano? "Le crociere sono di fatto un sistema Covid-free, una grande zona verde. Questo perchè intanto ci si fa il tampone praticamente all'imbarco e neppure 72 ore prima e poi perchè esistono delle restrizioni particolari come il fatto che non sia consentito l'accesso alle navi ai residenti o provenienti dalle regioni drosse".  

Le vacanze dei bolognesi al tempo del Covid: polizze e garanzie di sicurezza

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fagottini di mortadella caprino, miele e pistacchio

social

Crostatina ai lamponi senza glutine: la ricetta di Ernst Knam

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento