Economia

Continua a salire la tassa sui rifiuti, sindacati: "Premiare cittadini virtuosi"

A quando i meccanismi virtuosi per far pagare di meno chi si comporta bene? Non aumenta l'Irpef, ma resta il buco di 34 milioni

La tassa dei rifiuti che continua ad aumentare, nonostante i comportamenti virtuosi della popolazione. Per i sindacati, questo è un problema, perchè non si capisce qual è la strategia e, soprattutto, quando si introdurranno dei meccanismi virtuosi per far pagare di meno chi si comporta bene. In pratica, i cittadini fanno la raccolta differenziata, si impegnano e poi vedono crescere la bolletta. .

TASI. "Moderatamente" soddisfatti dall'incontro di ieri con la Giunta per la discussione sul bilancio comunale, ma esortano il Comune "non faccia pagare ai cittadini una tassa sugli immobili piu' alta del 2012". La soluzione, secondo Antonella Raspadori della Cgil, alzare al massimo l'aliquota sulla Tasi della prima casa, ma studiando detrazioni quasi personalizzate che aiuterebbero tutti, e in particolare chi prima era esentato. Nessun aumento sulle seconde case, come già annunciato dalla vicesindaco Silvia Giannini, che, col nuovo meccanismo andrebbe a gravare anche sugli inquilini. In questo modo, spiega Raspadori, "faremo di tutto per rendere piu' equa possibile la tassa".

Critica Usb, convinta che "non sia emerso nulla di nuovo" rispetto a quanto dichiarato sino ad ora". Il buco da 34 milioni c'è, come c'è "l'attesa di circa 17 dal decreto non ancora emanato dal Governo", dice Valentina Delussu. Piuttosto occorre "una maggiore opposizione alle posizione del Governo che, come quelli precedenti, intende fare pagare ai cittadini il cosiddetto debito pubblico", una linea "sposata in pieno dal Comune". Resta poi il problema delle risorse che l'amministrazione dovrebbe reperire per i progetti di assunzione del personale della scuola e sulla quale Usb vuole vederci chiaro.

IRPEF. I sindacati hanno poi giudicato bene la scelta di non aumentare l'Irpef che resta all'0,7 e quella di mantenere le esenzioni del passato che valgono per 94.000 persone. E hanno espresso soddisfazione per la decisione, caldeggiata da sempre, di non aumentare nessuna tariffa dei servizi, non applicando nemmeno l'aumento dell'inflazione programmata. Al Comune, però, e' arrivata una sollecitazione ad attivare la nuova Isee e a farlo riordinando il sistema tariffario in modo intelligente, evitando penalizzazioni, aggiunge Alberto Schincaglia della Cisl: "Bisogna garantire la progressività e l'equità del sistema anche in presenza dei nuovi parametri, il che significa che il gettito del Comune rispetto alla manovra tariffaria rimarra' invariato", precisa (agenzia Dire).


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continua a salire la tassa sui rifiuti, sindacati: "Premiare cittadini virtuosi"

BolognaToday è in caricamento