Martedì, 15 Giugno 2021
Economia Centro Storico / Piazza Maggiore

Taxi, oggi l'incontro in Comune: "Aspettiamo da un anno, per noi più costi e problemi"

Abusivismo e allungamento di tragitti determinati dalla nuova viabilità, Cotabo: dal 2008 per noi aumento dei costi d'esercizio per alcune voci ha visto un + 20%"

Oggi giornata importante per i tassisti bolognesi che nel pomeriggio si recheranno a Palazzo d'Accursio per discutere di alcune problematiche che preoccupano la categoria ormai da un anno: al tavolo il Comune di Bologna, l'Assessore Andrea Colombo e staff mobilità, per i tassisti i rappresentanti sindacali di categoria di Ascom Taxi, Confartigianato Taxi, Cna Fita, Unica Taxi, Uri Taxi, Tsb più i rappresentanti di Cotabo  e Cat, che sono gli organismi economici: "Con il Comune è in discussione qualcosa di più complesso del semplice adeguamento tariffario" precisano da Cotabo.

"Le tariffe sono ferme dal 2008 e nel frattempo l’aumento dei costi d’esercizio per alcune voci ha visto un + 20%, - spiega Riccardo Carboni, COTABO - per cui si è chiesto di avviare una discussione per cercare di adeguare le tariffe, contestualmente si è cercato di mettere in pista proposte che creassero condizioni di trasporto migliorative per determinate categorie di utenti per evitare di pesare sui cittadini più in difficoltà.

SE NE DISCUTE DA UN ANNO, MA ANCORA NULLA. "Ormai è un anno che si discute di questo, ecco il motivo per cui la categoria è in stato di agitazione, il peggioramento della velocità commerciale e l’allungamento dei tragitti dati da scelte precise di viabilità, mirate a disincentivare l’uso delle auto, sta penalizzando i nostri clienti che oggi si trovano a pagare molto di più dell’ aumento che è in discussione. I Tassisti hanno presentato oltre un anno fa un progetto generale di sistemazione viaria, non particolarmente impegnativo (modifica cartellonistica, qualche senso di marcia, qualche preferenziale) ma dettagliato e mirato a velocizzare il servizio, che sarebbe servito a ridurre i costi dei servizi".

ABUSIVISMO. Oltre questo si chiede da tempo di intervenire sul rispetto della legalità, sempre più spesso i nostri operatori sono minacciati da autisti abusivi e noleggiatori elusivi delle regole esistenti, le segnalazioni fatte sono ripetute ma i risultati sono insoddisfacenti per cui si chiede una decisa presa di posizione e di differenziare questi soggetti dagli operatori regolari per poterli monitorare con l’ausilio dei varchi elettronici sulle preferenziali e nel centro storico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taxi, oggi l'incontro in Comune: "Aspettiamo da un anno, per noi più costi e problemi"

BolognaToday è in caricamento