menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero 26 marzo a Bologna, lungo corteo di taxi invade la città

Manifestanti denunciano "ritardi" e "insufficienza" dei sostegni previsti dal governo a contrasto della crisi determinata dall'emergenza sanitaria

Oggi in sciopero scuola, sanità, ma anche lavoratori di varie categorie colpite duramente dalla crisi dettata dalla pandemia: dal mondo wedding, ai ristoratori, fino ai tassisti.

Questi ultimi hanno sfilato in corteo per le vie della città partendo dal posteggio dei taxi di viale Aldo Moro e piazza della Costituzione. Il serpentone si è diretto a passo d'uomo in piazza Maggiore per poi proseguire in auto e a piedi verso la Prefettura, già presidiata dalla polizia per le varie mobilitazioni preannunciate. 

La protesta è stata promossa dai sindacati dei tassisti per denunciare il "ritardo" e l'"insufficienza" dei sostegni previsti dal governo a contrasto della crisi determinata dall'emergenza sanitaria. "La siuazione di emergenza gemerata dalla pandemia è al culmine - lamentano i manifestanti - mentre tardano i sostegni previsti dal Governo che sono insufficienti a tenere in attività le nostre imprese. In Prefettura per farci ascoltare".

Venerdì di scioperi: dai bus agli ospedali fino alla scuola, giornata di mobilitazione sotto le torri

Sciopero sanità, Ausl Bologna: "oggi garantiti servizi minimi, punti vaccini aperti" 

Sciopero 26 marzo, docenti e studenti in piazza: "Riapertura scuole non oltre il 7 aprile"

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento