Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

Terme di Porretta, salva la stagione estiva e i 58 lavoratori a rischio licenziamento

Prorogata la cassa integrazione in deroga per alcuni lavoratori "scongiurato, almeno temporaneamente, il licenziamento". Ma resta "il problema del mancato pagamento delle retribuzioni passate e del ritardo da parte dell'INPS della Cig"

Notizie positive sulla situazione delle Terme di Porretta e per i suoi dipendenti in bilico.

L'apertura della procedura di mobilità, che prevedeva il licenziamento di 58 lavoratori ieri è stata ritirata, durante il tavolo di salvaguardia presso la provincia di Bologna presieduto dall'assessore Graziano Prantoni. Nella stessa sede il curatore fallimentare ha rassicurato i sindacati e la Rsa Aziendale ,Divani Donatella, sul fatto che l'esercizio provvisorio permetterà il regolare svolgimento della stagione turistica estiva.

Lo rendono noto, con soddisfazione, le organizzazioni sindacali Filcams Cgil e Fisascat Cis, che specificano: "Si è giunti all'accordo tra sindacato e curatela per la proroga della cassa integrazione in deroga per alcuni lavoratori fino al 31 agosto scongiurando, almeno temporaneamente il licenziamento. Rimane il problema (enorme) della mancata corresponsione delle retribuzioni passate e del ritardo nel pagamento da parte dell'INPS della cassa integrazione (sei mesi )".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terme di Porretta, salva la stagione estiva e i 58 lavoratori a rischio licenziamento

BolognaToday è in caricamento