Economia

Rumors su Tper: per Amorosi "buco" di almeno 800 mila euro

Altra esclusiva bolognese per Antonio Amorosi, che questa volta svelerebbe un ammanco: mancati incassi biglietterie sosta auto e dal denaro contante dalle emettitrici dei ticket sugli autobus

Secondo il giornalista Antonio Amorosi "Ci sarebbe uno scoperto di 800mila euro, nelle casse della neonata società dei trasporti di Bologna e Ferrara Tper". Ma tale cifra, sempre secondo l'esclusiva di Amorosi "Potrebbe essere di molto superiore". La somma con il segno meno deriverebbe dai mancati incassi delle biglietterie della sosta delle auto e dal denaro contante dalle emettitrici dei ticket sugli autobus.

L'ASSESSORE PERI AMMETTE, INTERROGATO DALLA LEGA. "Gli Enti locali emiliano romagnoli sono in imbarazzo da settimane per uno scoperto di 800mila euro nelle casse di Tper, la neonata società dei trasporti di Bologna e Ferrara e che ha tra i principali soci la Regione Emilia Romagna - scrive Antonio Amorosi su Affari Italiani - ma la cifra potrebbe però essere molto superiore. L'azienda incaricata del servizio di recupero degli incassi, la Cooperatore, non li avrebbe versati ancora a Tper. La Cooperatone ha come amministratore contabile, in quanto struttura consorziata, la Ominicoop. Dell'ammanco ha parlato anche l'assessore regionale ai Trasporti, Alfredo Peri, che in una seduta dell'Assemblea legislativa Regionale ha confermato la problematica. L'assessore è intervenuto rispondendo a un'interpellanza del consigliere della Lega Nord, Manes Bernardini, che voleva sapere come stessero andando le cose da quando e' stata costituita Tper e se vi fossero problematiche relative alla trasparenza negli incassi della sosta. Peri, rispondendo, ha parlato di "scoperto finanziario riferito agli ultimi mesi del 2012".

DUBBI E RUMORS SULLA POSSIBILITA' DI RECUPERARE LA CIFRA. Omnicoop in una nota-stampa si dice estranea ai fatti e di non aver alcun contratto di appalto con gli Enti in oggetto. L'assessore Peri ha anche aggiunto che l'ammanco e' "in via di progressiva soluzione": il consorzio, infatti, sta provvedendo al recupero del credito. Ma i rumors di palazzo (dentro Tper, Regione e Comune di Bologna) parlano di una situazione ben più grave mettendo in dubbio la possibilità di recuperare la cifra. Nella fase attuale di crisi economica non sarebbe facile trovare una soluzione adeguata e il rischio di degenerazione del quadro potrebbe essere imminente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rumors su Tper: per Amorosi "buco" di almeno 800 mila euro

BolognaToday è in caricamento