Ca’de Mandorli compie 35 anni: grandi ospiti per festeggiare

Tanti sono gli anni di attività dello storico centro culturale di San Lazzaro di Savena, e tantissimi gli ospiti che il 25 Aprile parteciperanno alla festa "Ciao Bella Ciao", per celebrare insieme al pubblico un traguardo davvero speciale e lanciare nuove importanti iniziative per il futuro.

Cà de Mandorli compie 35 anni e li festeggia il 25 Aprile con tanti ospiti che prenderanno parte alla lunga kermesse, in programma dalle ore 14. Assieme all'Anpi, all'Arci provinciale e con il patrocinio del Comune di San Lazzaro, "Ciao bella Ciao" sarà un'occasione sia per commemorare la Liberazione che rievocare i 35 anni di attività, ma con lo sguardo rivolto al futuro.

Anni meravigliosi, in cui Cà de Mandorli ha visto nascere e aiutato a crescere centinaia di artisti, tra cui tanti più che affermati. Praticamente tutto il ricco panorama musicale, cabarettistico, artistico bolognese e oltre è passato dal Cade. Tantissime le associazioni coinvolte e tantissime le attività intraprese e quelle ancora in cantiere. Dalle 14.00, oltre alle mostre, all'animazione per bambini, agli info-point delle associazioni si alterneranno sul palco Giovanni Cacioppo, Stefano Nosei, Roberto Citran, Luciano Manzalini, Eraldo Turra, Franz Campi, Gianluca Morozzi, Duilio Pizzocchi, Malandrino e Veronica, Ivano Marescotti, Antonietta Laterza, Dandy e le Bestie, Fabio Testoni, Joe di Brutto, Nearco, Paco d'Alcatraz e tanti altri (vedi locandina allegata con tutti gli ospiti). In consolle suoneranno tutti i djs storici del Cade, Spirogi, Mingo, Muri Devil , Pez, Marco Gabrielli, Spranga, Roberto Pazzaglia, Ygor,Stefano Grandini, Scandella, White Rabbit e altri (vedi locandina).

Ci saranno anche dei collegamenti virtuali con artisti che, non potendo essere fisicamente presenti perchè impegnati in altri appuntamenti, hanno ugualmente voluto mandare un personale contributo: Andrea Mingardi, Enzo Iacchetti, Giobbe Covatta, Eros Drusiani, Pierfrancesco Pacoda e altri. Tra le iniziative, una dedicata a Freak Antoni: in collaborazione con l'associazione "We love Freak", si potrà partecipare attivamente al crowdfunding, per finanziare in maniera autonoma e trasparente la realizzazione di una statua a lui dedicata, che verrà istallata in una piazza di Bologna. Per l'occasione è stata coniata la spilla "Cade Loves Freak" che sarà donata a tutti quelli che contribuiranno alla raccolta fondi con una piccola donazione. La raccolta proseguirà per tutta la stagione estiva del Cade. Altra iniziativa, in collaborazione stavolta con il WWF sarà la presentazione della casetta di legno di prossima costruzione nel Parco dei Gessi, che funzionerà come Centro Partenze e piccola Scuola Ambientale, realizzata da Cà de Mandorli in collaborazione con il Comune di San Lazzaro di Savena. Le associazioni che aderiscono e saranno presenti con i loro info-point sono AGEOP, ANPI, ARCI, BIMBO TU, CIRCOLO ARCI ALLE RIVE DEL RENO-MILLENIUM, EMERGENCY, GO FOR LIFE, LIBERA, MUSICARTI, OLTRE IL PONTE, PUBBLICA ASSISTENZA DI OZZANO E SAN LAZZARO, SCANDELLARA, WE LOVE FREAK, WWF. Condurrà l'evento Oderso Rubini. Direzione e coordinamento Anna Persiani e Fabio Pezzini.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Disco&Feste, potrebbe interessarti

I più visti

  • Monet e gli Impressionisti. I capolavori del Musée Marmottan Monet di Parigi arrivano a Bologna

    • dal 29 agosto 2020 al 14 febbraio 2021
    • Palazzo Albergati
  • De Chirico oltre il quadro. Manichini e miti nella scultura metafisica diventa permanente

    • dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020
    • Museo Magi'900
  • "Crinali": musicisti, narratori e artisti da incontrare "a sorpresa" lungo l'Appennino

    • Gratis
    • dal 1 luglio al 31 dicembre 2020
    • Appennino
  • Polittico Griffoni, apre dopo il lockdown la mostra “La Riscoperta di un Capolavoro” a Palazzo Fava

    • dal 19 maggio 2020 al 10 gennaio 2021
    • Palazzo Fava 
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BolognaToday è in caricamento