La Ciclovia del Sole si presenta con un evento nazionale a Bologna

Lunedì prossimo, 6 maggio, in Cineteca dalle ore 15 (preceduto da una biciclettata dalla Velostazione) e dalle 20 "Ciak si giro!"

Lunedì prossimo (6 maggio dalle ore 15 alla Cineteca di Bologna, Piazzetta Pier Paolo Pasolini) Bologna ospiterà “La Ciclovia del Sole: il grand tour in bicicletta tra paesaggi e comunità. Una strategia integrata per il cicloturismo in Italia”, un evento nazionale per presentare il tratto italiano Verona-Bologna-Firenze di una delle più importanti ciclabili europee, l’Euro Velo 7 Capo Nord-Malta.

L’appuntamento, che sarà anche l’occasione per ragionare sul boom del cicloturismo nel nostro Paese con uno sguardo all’Europa, è organizzato dalla Città metropolitana di Bologna in collaborazione con le Regioni Emilia-Romagna, Veneto, Lombardia e Toscana.

Per gli amanti delle due ruote l’appuntamento è alle ore 14 alla Velostazione (via Indipendenza 71/z) da dove un gruppo di ciclisti, grazie alla pedalata organizzata in collaborazione con Fiab, partirà per raggiungere la sede dell’incontro.

In Cineteca alle ore 15.30 apriranno i lavori gli interventi istituzionali del sindaco metropolitano Virginio Merola, del consigliere delegato alla Mobilità sostenibile Marco Monesi, dell’assessore regionale ai Trasporti Raffaele Donini e del sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Michele Dell’Orco.

In Bici da Firenze a Verona: parte il cantiere nel Bolognese\VIDEO

Si passerà poi ad un’analisi delle Ciclovie nel contesto nazionale ed europeo con gli interventi di Alessandro Meggiato (Regione Emilia-Romagna) su “Sole e VenTo: due ciclovie a confronto”; Paolo Pileri (Politecnico di Milano) con “Il progetto della Ciclovia VenTo”; Giulio Senes (Associazione Europea Greenway) “Itinerari verdi e ciclovie in Europa”; Daniele Cuizzi (Consorzio Oltrepò Mantovano, Progetto MEDCYCLETOUR) “Gestione e governance di una ciclovia europea”.

Alle 17 si entrerà poi nel vivo affrontando i diversi aspetti della Ciclovia del Sole da quelli legati alla Mobilità a quelli di promozione e sviluppo dei territori, con gli interventi di Alessandro Delpiano e Giovanna Trombetti (Città metropolitana di Bologna) e Giovanni Cafiero (Telos) che per la Città metropolitana ha seguito il piano di promozione.

I lavori si concluderanno con un confronto sul ruolo della Ciclovia del Sole tra mobilità sostenibile, bike economy e protagonismo dei territori affidato a Paolo Gandolfi (relatore della legge sulla mobilità ciclistica), Anna Donati (A Mo Do), Antonio Dalla Venezia (Fiab), Federico del Prete (Legambici) e Patrik Romano (Bologna Welcome) e ai rappresentanti delle Regioni Lombardia, Veneto e Toscana.

Saranno poi consegnati gli attestati ai “Pionieri della Ciclovia” e dopo una pausa buffet, dalle 20 “Ciak si giro!” la proiezione di alcuni filmati, organizzata dalla Fondazione Cineteca, che hanno come protagonista la bicicletta: dal primo film sul ciclismo dei Fratelli Lumière a quello sul Primo giro ciclistico d'Italia del 1909, dal Totò ciclista sulle due torri alla puntata del Processo alla tappa con Zavoli e Pier Paolo Pasolini. Per partecipare al convegno è consigliata l'iscrizione online.

Cos’è la Ciclovia del Sole

È una delle 10 ciclovie nazionali: 670 km da Verona a Firenze, passando per Bologna, che si inseriscono nella ciclabile Europea Eurovelo 7. Attraversa 4 Regioni: 360 km in Emilia-Romagna (di cui 166 km nella città metropolitana di Bologna), 156 km in Toscana, 127 km in Lombardia e 27 km in Veneto. Tocca 2 Città metropolitane (Bologna, Firenze), 5 Province (Mantova, Modena, Prato, Pistoia, Verona) e 73 comuni.

La Città metropolitana di Bologna e la Regione Emilia-Romagna hanno un ruolo di coordinamento nazionale per quel che riguarda progettazione e promozione della Ciclovia del Sole.

A Palazzo Malvezzi sono stati affidati il coordinamento e l'attuazione del progetto di fattibilità tecnico-economica che è stato concluso in questi giorni, dopo una gara europea vinta da “Politecnica Ingegneria e architettura soc. coop.”.

Parallelamente la Città metropolitana ha effettuato, dopo una gara vinta da Telos srl, un percorso di confronto con il territorio e una prima serie di sperimentazioni del tracciato che stanno portando a un lavoro di mappatura delle risorse paesaggistiche, storiche e culturali e dei servizi presenti lungo il tracciato della Ciclovia e alla produzione dei materiali di promozione e comunicazione.

Inoltre in queste settimane è partito iI cantiere per realizzare un importante tratto della Ciclovia di circa 46 km (principalmente sull’ex ferrovia Verona-Bologna) dai confini tra Emilia Romagna e Lombardia alle porte di Bologna che sarà ultimato entro giugno 2020.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un progetto dunque che verrà ultimato nei prossimi anni ma che è già realtà: diversi tratti sono infatti percorribili e uniti tra loro grazie all’intermodalità bici+treno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nicoletta Mantovani sposa il suo Alberto: "Matrimonio a Bologna, in una chiesa speciale per me"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, aumento contagi: +41, a Bologna 12

  • Schianto in tangenziale tra camion e auto: morto vigile del fuoco

  • Tir fermo in autostrada, camionista trovato morto

  • Coronavirus, direttore Microbiologia Sant'Orsola: "Virus muta, autunno incerto"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: +37 positivi, nel Bolognese 14

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento