Stagione autunnale del Circolo della Musica

Sala Goethe-Zentrum via De Marchi 4/2 Bologna

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Dopo la pausa estiva la XXXII stagione concertistica del Circolo della Musica di Bologna è ripresa sabato 8 ottobre 2016 alla Sala dell' alliance française /istituto di cultura germanica di via De' Marchi 4 a Bologna con la talentuosa pianista giapponese Ayumi Matsumoto, allieva in patria di Mari Takeda Hain e in Italia di Andrea Padova al Conservatorio di Parma, vincitrice del primo premio assoluto (Cat. D) al Concorso "Andrea Baldi" 2015, durante il quale si è segnalata per la grande bellezza del suono, per l'originalità del suo fraseggio e delle sue scelte interpretative sempre orientate ad una grande raffinatezza formale. In programma le sonate di Mozart K 576 e la 110 di Beethoven e poi Schumann, Chopin e Martucci.

Il 22 ottobre invece sarà la volta della vincitrice del primo premio assoluto ex- aequo del VI Concorso "Andrea Baldi", la pianista giapponese Saori Toyama, allieva del M° Schirmer in Austria e vincitrice di altri primi premi in concorsi internazionali; suonerà la 101 di Beethoven, la terza sonata di Chopin e brani di Schubert e Ravel.

Sabato 5 novembre tornerà poi a risuonare col suo bel suono e la sua maturità musicale il flauto del bolognese Simone Ginanneschi in duo con la pianista Floriana Franchina: un duo ormai affiatatissimo che in quasi dieci anni ha esplorato l'intero repertorio per duo flauto e pianoforte. Un duo che alla bisogna può trasformarsi immediatamente in duo flautistico: la pianista è infatti diplomata anche in flauto (con Giorgio Zagnoni) e alterna senza problema i due strumenti sia in chiave solistica che nell'insegnamento. In programma musiche di Mozart, Beethoven e Verdi.

Il 19 novembre secondo appuntamento col pianista Luca Rasca, (che si è distinto in decine di concorsi internazionali tra cui il Viotti, Busoni, World piano di Londra, per citarne alcuni), per il ciclo integrale delle opere di Fryderyk Chopin, probabilmente il primo sotto le Due Torri con un solo interprete: in programma le tre Sonate per pianoforte solo.

Grande curiosità susciterà - ne siamo certi - l'appuntamento conclusivo del 2016, il 10 dicembre, un concerto per armonica a bocca, strumento conosciuto per lo più per il suo uso dilettantistico. È invece uno strumento a fiato fra i più difficili, con interessantissime possibilità espressive e un repertorio di trascrizioni quasi infinito. Lo sa bene il trentino Santo Albertini, uno fra i maggiori virtuosi italiani di armonica a bocca, come lo fu il suo celebre maestro Luigi Oreste Anzaghi. A Bologna presenta un fantastico pot-pourri di arie e colonne sonore celebri di Ennio Morricone e Astor Piazzolla, in duo col pianista Edoardo Bruni, autore egli stesso di musiche originali e di molte di queste trascrizioni per armonica a bocca.

INGRESSO AI SINGOLI CONCERTI

10 euro (Soci Endas) Non soci: 2 euro in più per tessera Endas

Torna su
BolognaToday è in caricamento