rotate-mobile
Eventi

I concerti di novembre da non perdere

Bologna città della musica, novembre un grande momento per amanti di ogni genere. Rock. classica, pop cantautorato italiano. Ecco cosa ci aspetta

Un mese che fa battere il tempo. Decisamente e qualsiasi sia il nostro genere musicale. Una data dopo l'altra, un calendario di live incalzante che passa dai palazzetti, per i teatri, sui palchi dei club e delle piazze della città. Di grossi nomi ce n'è eccome, si va da chi gioca in casa come Cesare Cremonini a chi sta girando il mondo come Tom Hadley. 

La lista è lunga, ma intanto cominciamo dagli imperdibili davvero: 

Cesare Cremonini

Il tour delle meraviglie di Cesare Cremonini non si ferma e torna in città per dare spettacolo nei più grandi palasport italiani. A Bologna, casa sua, si fa tappa  il 7, l'8 e il 10 novembre 2022 all'Unipol Arena per una serie di live attesissimi. Il grande show che ha incantato l’Italia negli stadi e nello storico concerto all’Autodromo di Imola è uno spettacolo in continua evoluzione, nato per restare e crescere. 

Tony Hadley 

Il 28 novembre 2022 Tony Hadley, una delle voci maschili più rinomate al mondo, celebra 40 anni di carriera con il 40th Anniversary Tour con un appuntamento tutto bolognese al Teatro Duse.  Dopo un tour estivo sold out anche nel nostro paese, Hadley torna a grande richiesta in Italia a novembre nei teatri più importanti.  Sono trascorsi 4 decenni da quando Tony ha iniziato a cantare: prima con la sua ex band Spandau Ballet, e in seguito come solista, accompagnato dal suo gruppo The Fabolous TH Band.

L’inconfondibile voce di Tony continua a vibrare di passione come agli esordi. Tony eseguirà brani che spaziano all’interno della sua carriera, da quando era con gli Spandau Ballet, alle sue canzoni come solista, senza tralasciare qualche iconica cover. Sarà la celebrazione di una delle voci più autorevoli del pop, che ha visto gli esordi con il movimento del New Romantic, interpretando negli anni brani oramai classici degli Spandau Ballet come l’epica ‘Through the Barricades’, il numero uno internazionale ‘True’, e l’inno non ufficiale delle Olimpiadi di Londra ‘Gold’. In occasione delle date a fine novembre, Tony Hadley non mancherà di regalarci qualche chicca natalizia. Come solista, Tony ha tenuto concerti in tutto il mondo, sia con la sua band, che con gruppi swing, e con grandi orchestre. Nel 2005 si è guadagnato il premio Gold Badge dalla British Academy of Composers and Songwriters; nel 2007 ha convinto un grande gruppo di nuovi fan apparendo nel musical Chicago nel ruolo di Billy Flynn nei teatri del West End di New York. Nel dicembre del 2019 ha ricevuto l’onoreficenza Queen’s New Year’s Honours List per il suo impegno benefico nei confronti del Shooting Star Children’s Hospice.

Negramaro

I Negramaro live con "Unplugged European Tour 2022" venerdì 11 novembre sul palco del Teatro EuropAuditorium. Un viaggio esteso e capillare, una scelta precisa che la band ha voluto e condiviso con Live Nation per restare vicino al proprio pubblico garantendo le massime condizioni di sicurezza e offrendo allo stesso tempo uno show nuovo, in una veste inedita: unplugged. I Negramaro con il loro Unplugged European Tour 2022 tornano così nei teatri dopo oltre 15 anni di assenza, durante i quali hanno conquistato le più grandi venue del Paese, dai palazzetti, ai grandi festival, agli stadi.

Salmo 

Salmo “Flop Tour 2022" live il 25 novembre all'Unipol Arena. La tournée organizzata e prodotta da Vivo Concerti lo vedrà portare sui palchi dei principali palazzetti italiani tutta la carica esplosiva dell’omonimo album, uscito a ottobre 2021. Salmo (per chi non lo conoscesse) è lo pseudonimo di Maurizio Pisciottu (Olbia, 29 giugno 1984), è un rapper e produttore discografico italiano.

Daniele Silvestri (sold out) 

Il 23 novembre al Duse è il turno del grandissimo e romanissimao Daniele Silvestri. Il suo live, che è sold out, era stato annunciato così, dallo stesso artista: "Io già non sono particolarmente incline a fare programmi a lunga scadenza. Direi anzi che sono dedito all’esatto opposto, pericolosamente attratto dalle decisioni dell’ultimo istante.. Allora perché, proprio adesso che il mondo intero non riesce e non può fare programmi mi metto ad annunciare quello che farò tra un anno?? Forse è per reazione, o forse è solo che sto invecchiando… Non lo so. Ma mi piace".

Gigi D'Alessio

Reduce dal successo televisivo con Vanessa Incontrada di “20 anni che siamo italiani” su Rai 1, Gigi D’Alessio torna davanti al suo pubblico nella dimensione più intima dei teatri con uno spettacolo che punta a rendere protagonisti tutti i fan: “a gentile richiesta” infatti, gli spettatori potranno intervenire per richiedere le canzoni da suonare, dai grandi successi ai brani dell’ultimo disco “Noi due”, e interagire così direttamente col cantautore. Ad affiancare il cantante sul palco, una band con la quale D’Alessio ha ormai raggiunto una grande intesa: Alfredo Golino (batteria), Giorgio Savarese e Lorenzo Maffia (tastiere), Roberto D’Aquino (basso), Maurizio Fiordiliso e Pippo Seno (chitarre).

La rappresentante di lista 

L'11 novembre sul palco dell'Estragon La rappresentante di lista. Il 2021 è stato un anno luminoso per LRDL: dopo la partecipazione al Festival di Sanremo con il brano Amare, certificato disco di Platino e per mesi ai vertici delle classifiche radiofoniche, ha pubblicato il proprio quarto album in studio MY MAMMA. E proprio MY MAMMA sarà protagonista indiscusso del tour che porterà il progetto di Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina di nuovo sui palchi dei club italiani. Se nel tour estivo 2021, infatti, l’urgenza era quella di reincontrare il proprio pubblico dopo lo stop forzato al tour di Go Go Diva nella primavera 2020, ora MY MAMMA può riconquistare la dimensione più cara a LRDL, quella del club. MY MAMMA – TOUR CLUB 2022, in tutta la sua potenza, sarà un nuovo e imprevedibile sviluppo delle performance con cui la band negli anni ha stupito il proprio pubblico e un ulteriore spazio per raccontare l’universo artistico alla base sia del disco che del romanzo MAIMAMMA.

Mingus Big Band

Mercoledì 16 novembre alle ore 21.15 al teatro Duse. Anno 2022, centenario della nascita di Charles Mingus, figura tra le più debordanti dell’intera storia del jazz per la forza interpretativa e la ricchezza delle composizioni che ci ha lasciato. Per questa importante ricorrenza innumerevoli omaggi hanno riempito i palcoscenici italiani del jazz, ma la data bolognese è una delle pochissime occasioni per sentire all’opera la Mingus Big Band, formazione che ne ha ufficialmente raccolto l’eredità musicale (assieme alla Mingus Dynasty e la Mingus Orchestra, tutte sotto la gestione di Sue Mingus, vedova di Charles). La Mingus Big Band è stata creata nel 1991, sviluppando numericamente l’organico della Mingus Dynasty, attiva invece da poco dopo la morte del contrabbassista e forte della presenza nelle sue fila dei migliori collaboratori musicali di Mingus. Nel corso del tempo hanno fatto parte della Big Band strumentisti del calibro di Chris Potter, Craig Handy, David Kikoski, Frank Lacy, Jack Walrath, Jimmy Knepper, John Hicks, Orrin Evans, Randy Brecker, Ronnie Cuber, Seamus Blake, Vincent Herring, Wayne Escoffery. La formazione vanta una presenza costante sui più importanti palcoscenici newyorkesi come il Fez under Time Cafe, l’Iridium, il Jazz Standard: quest’ultimo club ha ospitato i Mingus Mondays per ben dodici anni (interrotti solo dal sopraggiungere della pandemia).


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I concerti di novembre da non perdere

BolognaToday è in caricamento