Torna l'appuntamento con il concerto del Coro Papageno

Sabato 26 maggio, alle ore 15.00 presso la Casa Circondariale "Rocco d'Amato" di Bologna, torna l'unico appuntamento annuale per ascoltare le voci del Coro Papageno.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

"L'educazione musicale diventa educazione dell'uomo e per questo deve essere accessibile a tutti, democraticamente. E' un bene comune. Come l'acqua." Questo raccontava Claudio Abbado a Giuseppina Manin in un'intervista al Corriere della Sera parlando del perché avesse deciso di portare musica là dove non si pensava potesse essere accolta né, tanto meno, potesse radicarsi. E invece, come spesso accade, le convinzioni più coriacee vengono spazzate via dalla pratica. E quelle note, portate per la prima volta nel 2011 tra le mura di un carcere, risuonano tutt'ora all'interno della casa circondariale "Rocco d'Amato" di Bologna. "Chi ascolta questo Coro deve sapere" sottolinea Claudia Clementi, direttrice della Casa circondariale "che non ascolta solo della musica, dell'ottima musica magistralmente eseguita, ma ascolta tutti quei rumori, tutte quelle voci, tutte quelle storie. E che quella musica, fatta non solo di note, gli rimarrà dentro per sempre". Anche quest'anno si rinnova l'unico e irripetibile appuntamento per ascoltare queste note e queste storie. Sabato 26 maggio alle ore 15.00 si terrà infatti il concerto annuale del Coro Papageno. I posti sono limitati. C'è tempo fino al 5 maggio per acquistare il biglietto (20 euro) scrivendo a segreteria@mozart14.com. Tutto il ricavato servirà a sostenere le attività dell'Associazione Mozart14 (www.mozart14.com)

Torna su
BolognaToday è in caricamento