Giovedì, 29 Luglio 2021
Erika Bertossi

Opinioni

Erika Bertossi

Giornalista BolognaToday BolognaToday

Bologna d'estate dal lunedì al venerdì: gli eventi più interessanti di questa settimana

Non solo weekend: con il caldo e le giornate lunghe la voglia di stare fuori la sera è tanta anche nei giorni feriali. Un po' di idee per la settimana dal 21 al 25 giugno

L'estate fa venire voglia di uscire, anche tutte le sere, in cerca di fresco ma anche di musica, teatro, luoghi all'aperto dove stare con gli amici. E Bologna di proposte ne ha, eccome: anche dal lunedì al venerdì e non solo durante il fine settimane. Fra le tante rassegne, i cinema all'aperto, i locali che si trasferiscono in collina, il calendario si infittisce e diventa difficile anche scegliere cosa fare. Ecco una "bussola" per orientarsi questa settimana, che va dal 21 al 25 giugno. 

Lunedì: letture itineranti per il solstizio d'estate

Una lettura itinerante nel parco ascoltando il Laudato Sì - Il cantico delle creature (Lapis), a cura di Chiara Frugoni e con le illustrazioni di Serena Viola. Un inno alla natura e alla vita. Il giorno del solstizio d'estate, in uno dei parchi più belli della città, un'occasione per vivere e immergersi nella bellezza della natura. Ci si incontrerà nel parcheggio di Villa Ghigi in via Gaibola. Da lì, si procederà attraverso un percorso itinerante nel parco, all'ascolto del Laudato Sì - Il cantico delle creature, nuovo libro appena pubblicato da Ed.Lapis, a cura di Chiara Frugoni e con le illustrazioni di Serena Viola. L'evento si concluderà con una performance di Fabio Galanti, de La Baracca-Testoni ragazzi. In un anno così particolare, di restrizioni e fragilità, la natura è stata quanto mai fonte di energia e di conforto. In modo particolare il parco di Villa Ghigi è stata per i bambini della scuola dell'infanzia Al cinema! della Fondazione Gualandi, un luogo privilegiato di gioco, in cui potersi recare ogni settimana per giocare e crescere in libertà. A cura di Fondazione Gualandi. In collaborazione con Lapis Edizioni, Cooperativa Giannino Stoppani, La Baracca-Testoni Ragazzi, Fondazione Villa Ghigi. Ingresso su prenotazione: beatricevitali@fondazionegualandi.it

"I grandi compositori nelle opere sacre": in occasione della giornata mondiale della Musica, il 21 giugno, la sede bolognese dell’ Associazione Mozart Italia organizza un concerto dedicato ai più grandi compositori e alle loro opere sacre: Vivaldi, Mozart, Bach, Pergolesi e Caccini. Appuntamento alla Chiesa della Madonna di Galliera e San Filippo Neri (via Manzoni 3, Bologna). Soprano: Antonella Orefice. Basso: Dante Roberto Muro. Flauto Solista: Salvatore Terracciano. Direttori: Maestro Graziano Schiavone e Maestro Mchele Bui. Coro Filarmonico Italiano. Ensemble Musici Bologna

Martedì: quando lo swing profuma di mare 

Martedì 22 giugno Tropical Swingers a Pontelungo Summer Festival. Cosa può succedere quando due ragazzacci rockabilly, un batterista funky e una cantante amante del vintage si ritrovano per suonare? Un mix irresistibile di suoni: tra un classicone swing e uno degli anni ’60, tra un assolo rock’n’roll e un ritmo cumbia, che vi faranno sentire su una spiaggia tropicale. Dalle 18, ingresso gratuito. 
Voce: Giulia Masarati
Contrabbasso: Zimmy Martini
Chitarra: Aurelio Ristuccia
Batteria: Fabio Carissimi

Serata con il Fantateatro nel cortile del Teatro Duse. Il giovane cuoco Chichibio si trova nei pasticci perché non è riuscito a resistere alla richiesta della bella Brunetta di mangiare la coscia di una gru destinata alla cena del padrone. Fallito il tentativo di giustificarsi con pretesti stravaganti, il protagonista della novella riesce, con una battuta divertente, a trasformare in un’allegra risata l’umore adirato del padrone.  Fantateatro propone la messa in scena di una delle novelle più famose del Decameron dedicata al potere della parola, riportando lo stile boccaccesco dalla pagina alla scena, dando così occasione a grandi e piccini di conoscere e apprezzare ancora di più l’opera di uno dei più grandi letterati della cultura italiana. Gli spettacoli si svolgono alle 20.30 nel cortile all’aperto adiacente al Teatro Duse (via Cartoleria, 42), per un pubblico distanziato di 50 persone. Le prevendite sono già aperte sul sito del teatro www.teatroduse.it e sul circuito Vivaticket. Posto unico: 11 euro (prevendita inclusa)

Mercoledì: da Villa Aldini si vede il mare 

Serata all'Osservanza: accompagnamenti sonori al tramonto dalla collina dell'Osservanza: dalle 19 selecta musicale a cura di due leggende della scena Hip-Hop italiana. Tra soul, grooves e hip-hop. DJ Lugi (MC, beatmaker, produttore e DJ) è un veterano della scena Hip-Hop italiana ed è considerato uno degli esponenti della golden age degli anni '90. DJ storico della scena hip-hop italiana e bolognese, DJ Trix è qui per proporre una selezione a base di classici e rare gemme dell'hip-hop nostrano e internazionale. Ingresso gratuito. 

Giovedì (altro che gnocchi) musica dal vivo!

HOWL - Marco Cavicchioli + Guglielmo Pagnozzi alla Terrazza Baumhaus, Parco del DLF.  Marco Cavicchioli legge autori della Beat Generation accompagnato dal sassofono di Guglielmo Pagnozzi. La lettura del 24 giugno sarà dedicata a “Howl” di Allen Ginsberg e “The Bomb” di Gregory Corso. Orario primo concerto: ore 15:00. Orario secondo concerto: ore 18:00

Splatter Pink in concerto a Frida nel Parco. Gli Splatterpink sono un gruppo italiano sperimentale di Bologna, creati nel 1990 dal cantante e bassista Diego D'Agata (o D'Anatra), attualmente anche motore dei Testadeporcu, inizialmente con Metello Orsini alla chitarra e Alaistair Brison alla batteria, gli Splatterpink  si impongono ben presto come ala radicale dell'underground bolognese. Il loro ricorso a soluzioni veloci, destrutturate e sbilenche, tipiche di band quali Nomeansno o, ancora oltre, Naked City e bands affini, che in quel periodo oltreoceano stavano riscrivendo la storia dell'HC, li pone fin dall'inizio come un oggetto musicale di difficile collocazione nel resto della scena che sta via via sviluppandosi in quegli anni a Bologna. La forza del gruppo è data dalla sinergia di testi surreali e cinici innestati su una musica potente e mai uguale a se stessa; ipercinetici, distorti, caratterizzati da ritmiche contorte, gli Splatterpink possono venir considerati come indiscussi antesignani di ciò che parecchi anni dopo sarebbe stato ribattezzato come math-rock, le cui soluzioni sono state adottate da innumerevoli band. Nel 2020 escono dalla band Federico Bernardi e Ivano Zanotti, rispettivamente sostituiti da Michele Freguglia al secondo basso e Csaba Daniel Dench ai tamburi. Con questa nuova formazione Diego D'Agata approfitta del periodo di lockdown per cimentarsi con un progetto da tempo in cantiere e compone e registra The Best of Italian Music, 12 brani di "vip" italiani completamente destrutturati e riconfigurati. Si va da Vasco Rossi a Ligabue passando per Marco Ferradini e Umberto Tozzi. Questo materiale fa parte del nuovo show degli Splatterpink, uno spettacolo allucinato in cui la musica italiana più becera si scontra con il jazzcore dando vita a ibridi musicali in bilico fra noise, avanguardia, hardcore e hard electro. Per info e prenotazioni: telefono 0510218143

Venerdì (quasi weekend): Dora pro nobis in Piazza San Francesco

Un reading che vede duettare la voce di Federica Fracassi e il violoncello di Lamberto Curtini. In scena la tumultuosa relazione di Dora Maar e Pablo Picasso. Tratto dal libro Malamore di Concita De Gregorio, lo spettacolo narra la travolgente, longeva e logora relazione tra Dora Maar e Pablo Picasso. Una storia d’amore iniziata nel lontano 1936 che durò 10 anni, e che portò la grande fotografa esponente del surrealismo, musa del pittore, alla reclusione in una clinica per la salute mentale. Vittima del genio distruttivo di Picasso che, nel tentativo di cancellarne la personalità e il talento, le chiese di lasciare la fotografia per dedicarsi alla pittura, in cui non ottenne grandi risultati. A lei si deve tutta la documentazione fotografica sulla realizzazione del quadro Guernica. Federica Fracassi interpreta Dora con grande intensità e sensibilità, accompagnata da Lamberto Curtoni che crea un vero e proprio concerto di violoncello solo, parallelo e intrecciato di sottile tragicità. Durata: 60 minuti. Info e prenotazioni: ingresso biglietto unico 5 euro

Si parla di

Bologna d'estate dal lunedì al venerdì: gli eventi più interessanti di questa settimana

BolognaToday è in caricamento