rotate-mobile
cosa fare in città

I 10 eventi da non perdere questo weekend

Alla scoperta dei giardini della città, a teatro con Don Camillo e Peppone, a godersi una delle più belle sagre del territorio: ecco cosa fare questo fine settimana a Bologna

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

L'aria di weekend, mescolata a un meteo decisamente più benevolo rispetto ai giorni scorsi invoglia ad approfittare dell'agenda di Bologna e dintorni, che anche per questo sabato e domenica (ci siamo abituati già durante la settimana con grandi appuntamento come il concerto in Piazza Maggiore dei CCCP) riserva sorprese interessanti. E un po' fuori porta, a Reggio Emilia, ricordiamo che va in scena l'unico concerto italiano della mitica band australiana AC/DC

"Bologna Estate": parte il grande programma del 2024

I 10 eventi da non perdere questo fine settimana:

1. "Diverdeinverde". Due giorni per scoprire che Bologna è un giardino

Ogni anno, in maggio, Bologna apre alla visita i portoni e i cancelli di numerosi giardini privati. Il 25 e 26 maggio 2024 sarà un’occasione unica per scoprire il verde segreto e nascosto e per vedere la città da una diversa prospettiva. Giunto alla 10a edizione, offrirà la possibilità di visita a circa una trentina di giardini privati. "Diverdeinverde" è l’occasione imperdibile per visitare i giardini nascosti, se non addirittura segreti, del centro storico di Bologna. Per i bolognesi, i turisti, tutti gli appassionati di natura, piante, giardini è anche un’opportunità per scoprire la città con una prospettiva diversa, avventurarsi al di fuori dei normali percorsi, godere di angoli e panorami sorprendenti, ammirare grandi esemplari arborei, tante specie diverse di piante, belle fioriture nel momento di massimo splendore, apprezzare il disegno storico o più moderno di tanti spazi verdi.

Tremate...le streghe son tornate! Ed ecco la loro mostra! 

2. A Bologna torna il Mercato Europeo

Ritorna a Bologna il Mercato Europeo. Nel suggestivo spazio di piazza XX Settembre 1870, dominato dall’edificio di Porta Galliera, ai piedi del Pincio, appendice di via Indipendenza, luogo di transito verso l’Autostazione e la Stazione Ferroviaria, da giovedì 23 Maggio e fino a tutta domenica 26 maggio, il Mercato Europeo porterà un tripudio di sapori e di colori delle migliori specialità enogastronomiche provenienti da 15 paesi europei, da quattro paesi extraeuropei e da tante regioni italiane.

Sono 36 i banchi degli ambulanti che, dal 23 al 26 Maggio, animeranno piazza XX Settembre, a Porta Galliera di Bologna. E lo faranno con prodotti ormai entrati in tutte le cucine degli italiani e con prodotti esclusivi e di nicchia come la Paella Valenciana e i Super Wurstel Bavaresi, la Fiorentina Toscana e il Caciocavallo Silano. Per i bolognesi, come per i turisti sotto le Due Torri, ci sarà una vasta gamma di prodotti tipici di Irlanda, Spagna, Grecia, Ucraina, Austria, Germania, Polonia, Ungheria, Scozia, Belgio, Olanda, Francia, Inghilterra. E, fuori dall’Europa, anche da Messico, Brasile, Argentina e India Il Mercato Europeo consente di assaggiare e gustare piatti tipici, di comprare e portare a casa i salumi, i formaggi e i dolci realizzati in luoghi lontani e certificati, assieme a tanti prodotti di artigianato. 

MEMO - Sabato 25 maggio si terrà il Caregiverday 2024, organizzato congiuntamente da Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria Metropolitana di Bologna, Città metropolitana di Bologna, Comune di Bologna e Azienda USL di Bologna (ore 9:30, presso la Casa di quartiere Croce Coperta in via Papini 28 Bologna). L'iniziativa ha l'obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sull'importanza del ruolo di cura delle/dei caregiver e informarle/i rispetto ai servizi di supporto a loro dedicati, realizzati attraverso un proficuo lavoro di rete tra i servizi sociali, sociosanitari e sanitari. La giornata si propone inoltre di mettere in luce e valorizzare le preziose attività che le diverse associazioni stanno svolgendo sul territorio metropolitano.

3. "Sagra della Badessa" di Ozzano dell'Emilia

Il 25 e 26 maggio 2024 a Ozzano dell'Emilia torna la Sagra della Badessa, tradizionale rievocazione storica giunta quest'anno alla 39 edizione. Oltre alla tradizionale sfilata in costume saranno presenti stand gastronomici (medievali e non) e mercatino. Nella giornata di domenica, dalle 10:00 alle 17:00, una navetta gratuita collegherà la festa all'antica Torre del Borgo di San Pietro, presso la quale la Società dei Vai avrà allestito un accampamento: sarà esattamente come tornare indietro di 1000 anni. Sia sabato che domenica invece sarà possibile visitare la mostra interattiva dedicata ai tarocchi a cura di "Arti figurative Ozzano Emilia". Domenica 26 maggio la compagnia "Le saracinesche" presenta lo spettacolo "Amore che vieni, amore che vai", la storia di Rolando e Lucia, con Emiliano Minoccheri, Benedetta Carmignani e Jacopo Desiato. L'evento è gratuito e andrà in scena alle 21:30. 

Le mostre di aprile a Bologna: ecco le più belle

4. Il "Don Giovanni" al Teatro Comunale Noveau

Dal 26 al 31 maggio 2024 il "Don Giovanni" di Wolfgang Amadeus Mozart in scena sul palco del Teatro Comunale Noveau. "Don Giovanni" è definito dramma giocoso e molti castelli in aria sono sorti sull’apparente ossimoro. Invece, all’epoca di Mozart, significa solo “opera buffa” e viene percepita come positiva la punizione finale con un deus ex machina che ristabilisce l’ordine morale costituito. Un ordine, peraltro, condiviso da personaggi ambosessi di ogni classe sociale. Irregolare è solo Don Giovanni, elemento destabilizzante e pertanto anima dell’opera, mito letterario e teatrale già radicato e destinato a prosperare ancora a lungo. Anche grazie alla profondità e alle sfaccettature che Mozart e Da Ponte gli conferiscono: si aprono infinite chiavi di lettura pronte a parlare a ogni tempo. Una visione romantica preferirà evitare il finalino “lieto” chiudendo il sipario sulla scena della dannazione, ma non è provato che l’idea venisse già dagli autori, così come diversa dall’impostazione originale è la forma che la tradizione ha consolidato mescolando le due versioni dell’opera (Praga 1787 e Vienna 1788).

Nuove mostre in città: a Palazzo Pallavicini "Squali e abissi"

5. "Eusebio Martinelli Gipsy Orkestra"

Sabato 25 maggio 2024, per Suoni DiMondi, la rassegna di World Music curata da Estragon Club, a salire sul palco di Piazza Lucio Dalla sarà la Eusebio Martinelli Gipsy Orkestar (Italia). Musica balkanica e tanto divertimento con il virtuoso trombettista emiliano e la sua banda.

6. "Don Camillo e Peppone" in scena al Teatro Dehon

Dal 25 al 26 maggio 2024 sul palco del Teatro Dehon la Compagnia La Raganella presenta  lo spettacolo "Don Camillo e Peppone". Tutti abbiamo visto in tv i film con Fernandel e Gino Cervi tratti dai racconti di Guareschi ambientati in “quel Mondo Piccolo piantato in qualche parte dell’Italia del nord, in quella fetta di terra grassa e piatta che sta fra il fiume e il monte, fra il Po e l’Appennino, dove la nebbia densa e gelata opprime l’inverno e d’estate un sole spietato picchia martellate sui cervelli della gente; quel paese tra il Crocefisso e le bandiere rosse dove tutto si esasperava, le passioni politiche esplodevano violente, ma gli uomini rimanevano sempre uomini”. Con un omaggio a Guido Ferrarini che nel 1988 ne trasse un testo teatrale verrà fatta rivivere l’atmosfera dell’Italia paesana del secolo scorso, quando i nonni di oggi e la Repubblica Italiana erano neonati. Di Guido Ferrarini, dai racconti di Giovannino Guareschi. Regia di Vincenzo Forni, con la supervisione di Carlo Picchi.

Fuori porta: metti una gita all'incantevole borgo di Dozza 

7. "Burattinciclo": Il teatro di figura su tre ruote

L’Associazione Teatrino a due Pollici, impegnata nella divulgazione del teatro di figura come strumento per creare aggregazione sociale e scambio culturale sul territorio, propone la seconda edizione di "Burattinciclo", la rassegna di teatro di figura nelle Case di Quartiere cittadine. Gli spettacoli per bambini, famiglie e anziani, sono allestiti e trasportati a bordo di un teatrino a pedali e si terranno in spazi all’aperto, come giardini e cortili. In caso di pioggia sarà comunque possibile assistere agli spettacoli nelle sale al chiuso o in luoghi riparati.Dal 19 maggio al 13 giugno, i cittadini potranno scoprire questi importanti luoghi d’incontro e socialità per incontrarsi e divertirsi con gli spettacoli di burattini, pupazzi, marionette e proposte conviviali.

8. Equilibri - festival internazionale di circo contemporaneo

Giunto ormai alla sua dodicesima edizione, torna Equilibri: il festival internazionale di circo contemporaneo più longevo del bolognese, organizzato dall’associazione Arterego in coprogettazione con il Comune di Casalecchio di Reno. Il festival si svolgerà dal 16 al 26 maggio, nel colorato teatro-tenda di Arterego, immerso nel verde di Parco Rodari, a Casalecchio di Reno.

9. Festa dello Sport a Marzabotto

Sabato 25 e domenica 26 è Festa dello Sport a Marzabotto. Due giorni nella verde cornice del Parco Bottonelli di Marzabotto con tornei di Basket, Pallavolo, Tennis, Calcio, Pesca e Boxe. Non mancheranno inoltre le esibizioni di Pattinaggio, Ginnastica Artistica, Danza, Taekwondo e, dopo qualche anno di assenza, torna il Battesimo della Sella per più piccoli, ovvero un giro a cavallo su uno splendido Pony. Una festa che vede come protagonisti tutte le associazioni sportive del territorio attive nella consulta dello sport di Marzabotto, che da decenni ormai collaborano assiduamente di concerto con l’amministrazione comunale.
L’evento più atteso, per la grande partecipazione che ha sempre riscontrato, è la 32° Camminata del postino, con le partenze domenica mattina dei tracciati da 8 e 18 km tutti sviluppati nel parco storico di Monte Sole, per ripercorrere le tracce del “Postino” Angelo Bertuzzi, quest’anno eccezionalmente previsto con una modifica al percorso che porterà fino al Cippo del Monte Sole.

Per gli appassionati di MTB e E-Bike invece ci sarà il circuito su due tracciati di 24 e 38 km, inerpicato tra il Monte Luminasio, il Monte Tramonto e il Monte Radicchio; un giro escursionistico tra i più particolari “borghi antichi” del territorio. Tutta la festa sarà avvicendata da uno stand gastronomico attivo sabato sera e tutta la giornata di domenica con crescentine, tigelle, borleghi, salsiccia e patatine fritte oltre ad un menù ad hoc per gli atleti della domenica. Il ricavato sarà completamente destinato all'acquisto di materiali per le associazioni sportive del territorio.

10. La domenica si pedala: alla scoperta della vallata di San Benedetto Val di Sambro

Domenica 26 maggio sarà inaugurato ALL OVER, il terzo sentiero off road di Bologna Montana Bike Area (BOM.BA) accessibile a hand bike, tandem e mountain bike, quindi anche a persone con disabilità. L’evento di inaugurazione si inserisce all’interno dell'omonimo progetto ALL INclusive , nato dalla collaborazione di BOM.BA con la Fondazione per lo Sport Silvia Parente con l’obiettivo di rendere percorribili parte dei sentieri del comprensorio mountain bike dell’Appennino Bolognese anche a chi ha disabilità motorie e di altro genere.

ALL OVER parte dall’antico borgo di Qualto e si sviluppa lungo un anello di circa 20 km immerso nel verde. Un percorso semplice alla scoperta della vallata di San Benedetto Val di Sambro. Il trail attraversa luoghi incontaminati e immersi nella natura. Castagneti e piccoli guadi fanno da cornice a un itinerario da provare nell'arco di tutto l'anno per apprezzare i mutamenti del paesaggio al variare delle stagioni. Il percorso non presenta particolari difficoltà ed è stato tracciato dai ragazzi di BOM.BA con la collaborazione dell’hand-biker Flavio Billi, del ciclista non vedente Davide Valacchi e di Matteo Brusa della Fondazione per lo Sport Silvia Parente.

Alla fine del tour pedalato che partirà alle 9.30, si rientra a Qualto per il pranzo. Nella piazza del borgo sarà allestito un “village” dove saranno presenti gli stand di BOM.BA, Ferretti Bike Shop, MOWI bike ed E-xplora. Sarà possibile noleggiare e-mountain bike elettriche presso lo stand di E-xplora (si consiglia la prenotazione). Il progetto ALL INclusive ha il patrocinio dei comuni di “Bologna Montana” (Loiano, Monghidoro, Monzuno, San Benedetto Val di Sambro), di Unione Savena-Idice e Unione dell’Appennino Bolognese, della Città metropolitana di Bologna e della Regione Emilia-Romagna. L’iscrizione all’evento è gratuita tramite un web form sul sito bolognamontanabikearea.it.

Programma dell’evento

ore 8:45 - ritrovo c/o Qualto

ore 9:30 - partenza escursione (mtb/tandem/handbike)

ore 12 - rientro a Qualto

ore 13 - pranzo

Il terzo sentiero della Bike Area tra Loiano e Monghidoro aggiunge una nuova opportunità a un’area che già costituisce un unicum su tutto il territorio nazionale, come sottolineano gli amministratori dei comuni toccati dall’area, ed è uno dei cardini di valorizzazione del cicloturismo, su cui Territorio Turistico Bologna-Modena è impegnato con molte azioni. Senza trascurare il fondamentale impegno dei ragazzi dell’associazione Bologna Montana Bike ASD che lo rendono fruibile.

Shopping da fine settimana: la mappa vintage della città

Visitate per voi: 

"Animali Fantastici" a Palazzo Albergati

Tutti gli altri appuntamenti in programma linkabili QUI

Bere e mangiare a Bologna: QUI le 'chicche' da non perdere

Se vuoi segnalare un evento clicca qui e compila il modulo! 

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 10 eventi da non perdere questo weekend

BolognaToday è in caricamento