Mercoledì, 17 Luglio 2024
Eventi

Bologna dal lunedì al venerdì: gli eventi da non perdere questa settimana

A Bologna arrivano (direttamente dagli anni Novanta) i Take That e gli Eiffel 65, tanti bei film nei tanti cinema all'aperto (compresa Piazza Maggiore) e tante rassegne con calendari incandescenti

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

Altri nuovi 5 giorni feriali a Bologna: dopo il lavoro scatta l'ora della cultura e del divertimento. Va avanti alla grande il cinema in Piazza Maggiore con "Sotto le Stelle del Cinema" e il Cinema Ritrovato, anche se quello più scenografico non è il solo schermo da tenere sott'occhio visto che fra Bologna e provincia di poltrone a cielo aperto ce ne sono parecchie (QUI la mappa dell'estate 2024), dall'Arena Puccini al dopo lavoro ferroviario a B'est Movie. Tantissime le rassegne, ecco alcune segnalazioni: BOtanique (ai Giardini di via Filippo Re di via Irnerio), Pontelungo Summer Festival, il calendario della Certosa di Bologna e il Sequoie Music Park al Parco delle Caserme Rosse.   

Il "concertone" della settimana: la boy band più famosa dei '90

Ci siamo: i Take That stanno per arrivare sul palco bolognese del Sequoie (Parco delle Caserme Rosse) con il loro Life Under The Stars Tour. Ed è effettivamente sotto le stelle il concerto bolognese di giovedì 11 luglio. Sul palco (lo sappiamo tutti, Robbie Williams non c'è) ci sono Gary Barlow, Howard Donald e Mark Owen. Per le ex ragazze degli anni Novanta sarà un tuffo nel passato e il momento giusto per ripassare alcune indimenticabili (per loro) canzoni della boy band inglese. QUI tutti gli altri live del Sequoie Musica Park. 

Luglio in musica: i concerti più belli del mese

Cinema in Piazza Maggiore: i film della settimana

Ecco il programma dello schermo di Piazza Maggiore per questa settimana: lunedì 8 luglio apre la serata il film d’animazione La Voix Des Sirènes dell’artista Gianluigi Toccafondo, seguito dal primo titolo dell’omaggio al distributore I Wonder con La belle époque di Nicolas Bedos. Martedì 9 luglio: Lost in Translation di Sofia Coppola e mercoledì 10 luglio La tigre e il dragone di Ang Lee. Giovedì 11 luglio torna il Premio Cipputi, assegnato quest’anno a Michele Riondino per il suo Palazzina LAF, proiettato nel pomeriggio, alle ore 18, al Modernissimo; a ritirare il Premio Cipputi, consegnato da Altan, sarà il produttore Carlo Degli Esposti. La sera, in Piazza Maggiore, proiezione dell’animazione belga Manodopera (Interdit aux chiens et aux Italiens) di Alain Ughetto e venerdì 12 luglio una serata dedicata a Ricerca e Intelligenza Artificiale, in occasione del G7 Ricerca. 

"Si gira!": il cinema itinerante nei quartieri 

Musica maestro: i live della settimana

Il 9 luglio alle 20:30 al Parco delle Caserme Rosse ci sono gli Eiffel 65 (BOnsai Bologna 2024). Bisogna essere pronti a ballare. L'11 luglio alle 21:15 al Museo per la Memoria di Ustica Pulse Percussion Duo Mattia Grassi e Pierfrancesco Semeraro, concerto in collaborazione con il Conservatorio G. B. Martini di Bologna. Un duo dallo stile accattivante e inconfondibile e dalla finissima intesa, in grado di catturare l’attenzione dell’ascoltatore e trasportarlo in un viaggio sonoro senza precedenti, attraverso un’esplosione di energia mischiata ad uno spruzzo di fantasia e curiosità. Il progetto nasce dalla voglia di portare la musica per percussioni nei palcoscenici più prestigiosi. Il loro ricercato e vario repertorio musicale spazia attraverso generi musicali di tutti i tipi: musica contemporanea, classica, popolare e tante altre. Dietro questo progetto c’è la voglia di suonare per un pubblico incantandole ed entusiasmandole. Dalle ore 19:30. Ingresso a offerta libera. 

Il 12 luglio alle 21:00 in Piazza San Francesco MAGMA. Una Babele contemporanea che trova nella musica la lingua madre che celebra la molteplicità di suoni dal Mondo: questa è BabelNova Orchestra, un progetto nuovo, nella forma e nello spirito, creato dagli ex musicisti di una delle più affascinanti e pionieristiche storie della musica world in Italia degli ultimi 20 anni: l’Orchestra di Piazza Vittorio. Guidata dal contrabbassista Pino Pecorelli, BabelNova Orchestra è una formazione di 10 musicisti provenienti da tutto il mondo che ha scelto di dedicarsi a un originale percorso di ricerca di nuovi linguaggi musicali che raccontano in musica il contemporaneo. Un magma pirotecnico che, attraversando sonorità funk e urbane, mantiene solida l’ispirazione globale: cumbia, esplosioni mariachi, reminiscenze sufi, fiati jazz e ritmi dub pop creano un live coinvolgente ed esplosivo.
Magma è l’album d’esordio della band.

Bologna Estate: la settimana in "pillole"

Lunedì 8 luglio, alle 21, Galà di arie d'opera, per Pianofortissimo&Talenti, nel chiostro della basilica di Santo Stefano, il concerto dei finalisti della quarta edizione del Concorso Internazionale di canto BIVC: il baritono sudcoreano Ettore Chi Hoon Lee, il controtenore croato Franko Klisović e il soprano russo Anastasia Lerman. Ad accompagnarli, al pianoforte, Nicoletta Conti. Martedì 9 luglio. Alle 21, Lella Costa legge rime rimbambine, di Bruno Tognolini (Gallucci editore). Un albo poetico per grandi, piccoli e anziani, da leggere insieme per ricordare ai vecchi di quando erano bambini e ai bambini quando saranno vecchi. Per la rassegna Giorni perfetti di Mismaonda. Alle 21, Mo Sóppa che Spetâcuel! alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris in via Gaist 6. Alle 21.15, Gran serata orfeonica, con Olga Durano e Andrea Trombini, al pianoforte Michele della Valentina. Visto il successo di pubblico e critica dell’edizione 2023 ritorna, a grande richiesta, la Gran serata Orfeonica in via Brocchindosso. Un varietà scoppiettante, ricco di canzoni, scenette e sorprese. Alle 21.30, Scalare la montagna incantata. La compagnia archivio zeta sta lavorando da tre anni alla messa in scena del romanzo di Thomas Mann: La montagna incantata in forma di maratona teatrale. Nel Chiostro dell’Arena del Sole presenterà una lettura scenica insieme agli attori e musicisti della compagnia, per condurre il pubblico alla scoperta, o riscoperta, di uno dei più grandi capolavori del ‘900. Mercoledì 10 luglio, alle 20.30, Grandi viaggiatori bolognesi alla scoperta del mondo. Visita guidata al Cimitero Monumentale della Certosa. Chi furono i bolognesi che decisero di viaggiare all’estero, quando partire per un viaggio non assicurava il ritorno a casa? Avventurieri, botanici, archeologi, cacciatori, prigionieri di guerra furono in tanti a lasciare la città ai piedi dei colli per lo spirito di avventura, per la fama e per la scienza. Giovedì 11 luglio. Alle 21, Franco Arminio. Elogio della lentezza. Nell’ambito della rassegna Giorni perfetti, a villa Bernaroli, Franco Arminio farà un ‘Elogio della lentezza’ leggendo alcune delle poesie in cui ha teorizzato la paesologia, l’andare a zonzo per paesi abbandonati per abitarli con il proprio spirito, fuggendo dalla città e dal progresso, prestando attenzione alle piccole cose. Alle 21.15, Pulse percussion duo, Mattia Grassi e Pierfrancesco Semeraro in un concerto in collaborazione con il Conservatorio Martini di Bologna. Un duo dallo stile accattivante e inconfondibile e dalla finissima intesa, in grado di catturare l’attenzione dell’ascoltatore e trasportarlo in un viaggio sonoro senza precedenti, attraverso un’esplosione di energia mischiata ad uno spruzzo di fantasia e curiosità. Nell’ambito di Attorno al Museo - Spettacoli, concerti, performance ed eventi al Museo per la Memoria di Ustica. Al parco della Zucca.

"Bologna Estate": parte il grande programma del 2024

XXIV Emilia Romagna Festival: gli appuntamenti della settimana

Giovedì 11 luglio 2024 ore 21.00 alla Fondazione Lercaro di Bologna "Movimenti Sonori" con Massimo Mercelli al flauto  e Donato D'Antonio alla chitarra. Sempre giovedì 11 luglio 2024 ore 21.00 nel Cortile di Palazzo Malvezzi Hercolani a Castel Guelfo Bolognese "The Look of love", omaggi musicali a Bacharach, Piazzolla, Gualdi, Luttazzi. 

Cinema all'aperto: già aperta l'Arena Puccini. Ecco il programma 

Continua la programmazione di Scena Natura - Dialogo tra le arti e il verde, la rassegna multidisciplinare curata dall’associazione culturale Crexida Anima Fluò. Anche in questa sesta edizione, quindi, il teatro, la danza, il cinema e la musica si fondono con la natura creando un intreccio ricco di connessioni e dialoghi. Il 10 luglio alle ore 22:00, torna TZA-TZI-KI - Ricette per esploratori dell’anima, uno spettacolo della compagnia Crexida /Anima Fluò su testo originale di Manuela De Meo e Angelica Zanardi, quest’ultima protagonista sul palcoscenico con Marco Muzzati. TZA-TZI-KI - Ricette per esploratori dell’anima è un viaggio dentro noi stessi attraverso i sapori, una vera e propria degustazione teatrale che coinvolge gli spettatori attraverso tutti i sensi. Racconti, assaggi e ricette: rituali antichi capaci di curare la tristezza o di accendere desideri e passioni, cibi semplici o ingredienti esotici che ci parlano di paesi lontani, frutti selvatici che ci insegnano a baciare liberando le nostre emozioni. È sempre attivo il servizio NAVETTA Fluò, che permetterà al pubblico degli spettacoli di Scena Natura di raggiungere comodamente, senza pensieri, Fienile Fluò dal centro di Bologna. La navetta partirà da Via D’Azeglio 55 (di fronte al collegio S. Luigi).

Mercoledì 10 luglio - Festa di ANPI Pratello con proiezione di “Un bel dì andando in Francia” e concerto delle Mondine di Bentivoglio. Alle 20.30 concerto in compagnia delle Mondine di Bentivoglio che ci racconteranno e canteranno la loro storiaAlle 21.30 proiezione del documentario “Un bel dì andando in Francia”.  (Italia-Francia/2015) di Cristina Donno (44’), prodotto da Scuola Popolare di Musica Ivan Illich. Un documentario allegro e commovente al tempo stesso. Un omaggio a donne eccezionali, al loro coraggio e al loro canto in cui si racconta di come le Mondine di Bentivoglio siano arrivate a Parigi e l'abbiano conquistata. Gli scioperi, la risaia, la vita contadina, la guerra, le leghe, vengono così ricordate e narrate parallelamente allo stupore bambino per il viaggio (il primo fuori dall' Emilia Romagna) "l'apparecchio", le nuvole, l'atterraggio, Parigi, il Bateau-Mouche, gli incontri… In sala saranno presenti sia le Mondine che la regista del documentario, Cristina Donno. Ingresso libero e gratuito

Frida nel Parco: la settimana al parco della Montagnola

Lunedì 8 luglio. Frida Books | Libri en plein air. Valerio Varesi presenta Estella. La vita straordinaria e dimenticata di Teresa Noce (Neri Pozza). Interviene Belinda Gottardi. In collaborazione con la Libreria Ubik. Ore 19. Il romanzo sulla vita di una donna straordinaria, una femminista ante litteram che ha attraversato controcorrente il Novecento.

Nel 1945, nell’Italia appena liberata, Teresa Noce è una donna che ha già alle spalle molte vite: ha combattuto in Spagna, ha vissuto da clandestina in Francia e ha preso parte alla Resistenza. Ha conosciuto l’inferno dei campi di concentramento, il cui spettro la perseguita anche ora che può riabbracciare suo marito, Luigi Longo, compagno anche di fede politica, e i figli. Adesso che c’è un Paese da ricostruire non può che essere in prima linea, come parlamentare e come sindacalista. Per Estella – questo lo pseudonimo partigiano con cui la chiama Togliatti – la politica è una vocazione, e la sua passione e determinazione la guidano nelle battaglie che intraprende, soprattutto a tutela delle donne: parità salariale, servizi a favore della maternità, riconoscimento della pari dignità nelle carriere. È lei l’ideatrice dei «Treni della felicità», che a partire dalla fine del 1945 sottrarranno moltissimi bambini alla miseria. Ma è proprio l’essere donna il suo punto debole. L’aver contribuito a scrivere la Costituzione della neonata Repubblica non la salverà dagli attacchi di un mondo ancora inconfutabilmente maschile, che le infliggerà un doppio tradimento, personale e politico, da cui Teresa faticherà a riprendersi. Ma non smetterà mai di lottare. 

Martedì 9 luglio. Frida Books | Libri en plein air. Nicolò Rubbi presenta Il cervo è come un vento oscuro. La poetica inquieta di Julio Cortázar (Tab edizioni). Interviene Sergio Rossi. In collaborazione con la Libreria Ubik. Ore19. Dell’opera di Julio Cortázar, largamente riconosciuta nel panorama letterario internazionale, viene celebrata per lo più “la parte emersa”. Sotto l’ordito dei racconti e dei romanzi più noti si nasconde però una produzione giovanile fatta di saggi lucidi e poesie inedite, tra i quali non soltanto è ravvisabile in nuce il progetto che l’autore svilupperà durante il corso della sua carriera, ma è anche possibile intravvedere – compiuto – il nucleo di quanto apprezziamo in capolavori come Bestiario e Rayuela.

Martedì 9 luglio. In programma la proiezione della partita di Euro 24 Spagna-Francia. Alle 21 su maxischermo.

Mercoledì 10 luglio. Frida extra | Illuminismo Psichedelico, il primo podcast italiano completamente dedicato alla psichedelia, condotto da Federico Di Vita. Puntata: Cerchi di integrazione psichedelica. Ospiti Sara Ballotti (psicoterapeuta) e Jacopo Valsecchi (psicologo). Ore 19. Illuminismo Psichedelico, di Federico di Vita, è un podcast completamente dedicato alla psichedelia, esplorata attraverso interviste che trattano temi culturali, scientifici, legali, artistici, spirituali e letterari. In ogni puntata sono ospiti dell’host persone che conoscono a fondo le tante sfaccettature di questo inesauribile argomento. Dal 2023 Illuminismo Psichedelico è diventato anche un tour dal vivo, ovvero alcune delle puntate vengono realizzate in presenza di pubblico in diverse città italiane. Tra gli ospiti, nel tempo, ci sono stati Nicola Lagioia, Mace, Edoardo Camurri, Rick Strassman, Tommaso Barba, Marco Cappato e Vanni Santoni.Nella puntata del 10 luglio a Frida nel Parco, saranno ospiti di Federico di Vita la psicoterapeuta Sara Ballotti e lo psicologo Jacopo Valsecchi, il tema della conversazione saranno i cerchi di integrazione psichedelica, partendo dall'esperienza maturata proprio in quelli organizzati e moderati online dalle stesse persone e legati all'attività di Illuminismo psichedelico.

Mercoledì 10 luglio. Frida Sugarhill | Underground music peepshow. Carlo Maver (bandoneon, flauti) in concerto con il nuovo album Solenne.

Carlo Maver flautista, bandoneonista, compositore. Coltiva la passione per i viaggi solitari in paesi esotici e remoti come il Kurdi- stan, il Mali, il deserto del Sahara, l’Uzbekistan, il Turkme- nistan, la Turchia e l’Indonesia, esperienze di vita che sono autentiche fonti di ispirazione creativa per la sua musica.

Maver è un musicista che parte dalla melodia per sviluppare attorno ad essa il suo discorso musicale lirico ed impregnato di Tango e sonorità mediterranee.
E’ stato uno dei pochi allievi del grande bandoneonista argentino Dino Saluzzi, si è esibito in Iran, Portogallo, Spagna, Francia, Albania, Argentina, Australia, Afghanistan, Etiopia, Germania, Inghilterra, Iran.
Dal 2008 è ideatore e direttore artistico di vari festival musicali legati ai Luoghi, dalle emergenze naturali come montagne e grotte, a luoghi caratterizzati da un forte riverbero naturale.
Nel 2017 pubblica il libro autobiografico Azalai 1500 chilometri a piedi nel deserto, diario di viaggio di 1500 km attraverso il Sahara a dorso di cammello.
Volver è l’ultimo album di Carlo Maver, prodotto da Visage Music nel 2019. Un lavoro discografico per flauti e bandoneon dedicato al suono e all’ascolto interamente registrato in una chiesa.
Ha all’attivo quattro lavori discografici da solista. Svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero.

Giovedì 11 luglio. Frida Sugarhill | Underground music peepshow. Bolotomy – The analogic twin presenta The Loyal Cheaters  + The Weirdolls. Dj Mars. 

THE LOYAL CHEATERS

Sono una band italo/tedesca ,turbo Rock'N'Roll formatasi nel 2020. Guidati dalla frontwoman Lena McFrison, la band ha pubblicato il suo primo singolo "Surrender", una versione rivisitata del capolavoro dei Cheap Trick, una band che ha sicuramente influenzato il suono del gruppo. Il loro album di debutto, Long Run… All Dead!, è stato pubblicato il 18 febbraio 2022 da Dead Beat Records (USA). I Loyal Cheaters riempirono il serbatoio con una miscela ad alta energia di hard rock, primo glam rock e una manciata di pop punk della fine degli anni '70. È come una festa con Joan Jett, The Runaways e gli Hellacopters. La band ha suonato quasi cinquanta concerti in giro per Italia, Germania e Svizzera, condividendo il palco con band come Flogging Molly, Bouncing Souls, Sick Of It All, Baboon Show, Nashville Pussy, Giuda e altri, e ha partecipato a festival punk e rock internazionali. in Italia come BayFest, Punk Rock Raduno, Rock'N'Beer. Il loro spettacolo dal vivo è un'iniezione ad alta tensione, una dose di rabbia e sudore e canzoni orecchiabili difficili da dimenticare. Nel 2024, la Go Down Records ha scritturato i Loyal Cheaters per il loro secondo album in studio And All Hell Broke Loose, uscito su LP che su CD il 26 aprile.

The Weirdolls

Da un informe gomitolo di lana ruvida bagnata nell'adriatico nascono i 4 weirdolls, bambole dalla personalità sfaccettata imbottite di power pop,garage,glam,rock and roll. Nel 2024 rilasciano il loro primo album "almost unbreakable toys" per slack records. “

Venerdì 12 luglio. Frida Sugarhill | Underground music peepshow. In concerto la band anglo-nigeriana Tenebra. Riff ruvidi tra Greg Ginn e Tony Iommi, fuzz e atmosfere psichedeliche da skatepark + ghettoblaster!

I TENEBRA sono un quartetto formatosi a Bologna nel 2017. Claudio (basso), Emilio (chitarra) e Mesca (batteria) provengono dalla scena hardcore e post-hardcore (Settlefish, Assumption, Horror Vacui ed ED) che gravitava intorno ad Atlantide Occupata a Bologna. Silvia, la cantante, ha un background più legato al rock underground degli anni '60 e '70. Suonano un heavy rock carico di molte influenze. Esordiscono nel 2019 con l'album ‘Gen nero’, che è finito nelle classifiche di fine anno delle riviste come Blow Up e Rumore. Nella primavera del 2021 firmano per l'etichetta inglese New Heavy Sounds (Black Moth, MWWB, BlackLab, Vôdûn) per la quale pubblicano l’EP ‘What We Do Is Sacred’ (2021). Nell’aprile del 2022 pubblicano il nuovo album ‘Moongazer’ (New Heavy Sounds); tra gli ospiti c’è Gary Lee Conner degli Screaming Trees. L’album è finito tra le classifiche di fine anno di varie testate, tra cui Rumore (59° posto tra i migliori album del 2022), Blow Up (nella classifica ‘Heavy’) e Rockit. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bologna dal lunedì al venerdì: gli eventi da non perdere questa settimana
BolognaToday è in caricamento