Una mostra senza pudore per raccontare l'erotismo su tela: "Gli autori? La maggioranza sono donne"

Un'esposizione senza veli, fatta eccezione per un'opera accessibile solo agli adulti: "Eppure la storia dell'Arte è piena di quadri che trattano il tema del sesso"

L'opera di Roberto Lacentra

Una mostra totalmente dedicata all'erotismo, senza censure (o quasi): 40 opere per un totale di 30 artisti che raccontano l'eros su tela e non solo, visto che le tecniche spaziano dalla fotografia alla scultura, dalla pittura al batik. "La maggior parte degli artisti che trattano l'erotismo sono donne e nelle nostre sale si ha la prova tangibile (basta contare!) - spiega Roberto Lacentra di ArteBo, organizzatore e curatore della mostra negli spazi di via San Petronio Vecchio. 

"L'idea di EroticArt, che è alla sua nona edizione e trova casa da sempre a Bologna, è nata nel 2013 per una mia personale esigenza di differenziarmi da tutto il consueto, il solito. A Londra esiste un progetto analogo, ma in Italia diciamo che non sono in molti ad addentrarsi in questo territorio anche se naturalmente il tema trova moltissime tracce nella storia dell'arte. Ci voleva solo un po' di coraggio e lo scrupolo di mettere i veli (per un pubblico troppo giovane) un dipinto che ritrae il momento dell'autoerotismo. Femminile". 

E le donne, come autrici, sono protagoniste di questa raccolta..."Sì, come ho già sottolineato la maggior parte delle opere che ho qui hanno una firma al femminile. Possiamo riflettere su questo dato? Alcuni lavori sono stati realizzati ad hoc per questa mostra mentre altri facevano parte del repertorio degli artisti coinvolti. Abbiamo avuto un po' di coraggio e offriamo ai visitatori un'esperienza un po' diversa dal solito". (l'ingresso alla mostra è gratuito). 

Lei è anche autore e vediamo nella foto il suo dipinto..."Si intitola Vacanze Erotiche ed è un dipinto su tela 140X140. Aerei in volo e paesaggi che a un certo punto (non è il mio genere l'erotico normalmente) si incrociano con l'eros e la bellezza femminile". 

Ci saranno ancora dei tabù, ma la storia dell'arte è ricca di opere a sfondo erotico: "Da L'origine du monde di Gustave Courbet agli olandesi, dalle opere che avevano un lato b decisamente più spinto (erano dipinti anche dietro, spesso nudi femminili) alla Maya Desnuda abbiamo una collezione bellissima e affascinante. Ma non così esplicita". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm | Scuole, locali, palestre & co: ecco le nuove misure approvate

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • 23 ottobre, sciopero nazionale treni e bus: cosa c'è da sapere

  • Gianluca Vacchi firma una cashback card: oltre ai benefit, c'è anche un progetto benefico

  • Crollo via del Borgo, Francesco muore a 22 anni. Il Comune: "Un dolore per tutta la città"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento