menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La biblioteca a palazzo Leoni

La biblioteca a palazzo Leoni

Nuova biblioteca a Palazzo Leoni. Errani: "La cultura non un lusso, una risorsa"

Il prestigioso edificio storico restituito alla città: la biblioteca, con i suoi 40 mila volumi, trova spazio negli splendidi saloni d'onore del piano nobile

Nel centro storico di Bologna, in via Marsala 31, nei saloni d’onore del piano nobile di Palazzo Leoni affrescati con le scene della guerra di Troia e le gesta di Enea, l’Istituto per i beni culturali della Regione Emilia-Romagna apre al pubblico la nuova sede della sua Biblioteca.
Grazie anche all’impegno profuso dal Real Collegio di Spagna nel restituire alla città queste sale prestigiose, l’Ibc e la Regione operano una scelta culturale forte e rendono pubblica una raccolta di libri che, nata agli inizi degli anni Settanta come ausilio all’attività di ricerca dell’ente, con il tempo è diventata un catalogo di rilievo nazionale per le tematiche legate ai beni culturali.

La raccolta, che conta circa 40.000 volumi, riguarda numerose aree di interesse specifico, con un particolare riferimento al territorio dell’Emilia-Romagna: arte, museologia, restauro, storia locale, cultura materiale, artigianato artistico, biblioteconomia, archivistica, archeologia, urbanistica, studio del territorio, ambiente naturale, metodologie della conservazione e catalogazione dei beni culturali.
Una sezione speciale raggruppa tutta la produzione editoriale dell’Ibc, ma l’intera collezione rappresenta, sotto forma di libri, il percorso e le scelte di politica culturale compiuti dall’ente.
 

"Biblioteche, un tesoro di tutti",  così il presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, che scrive in una nota: "E’ di pochi giorni fa la protesta a Roma di bibliotecari e scrittori contro la scure dei tagli che si sta abbattendo sulle biblioteche pubbliche. Una condizione, quella del nostro Paese, che rischia di allontanarci ancora di più dagli standard europei, ma che non è certo isolata. Per esempio sono 800, secondo le stime effettuate da operatori del settore, le biblioteche che rischiano di chiudere i battenti con la perdita di migliaia di posti di lavoro in Gran Bretagna, dovel’opposizione ai tagli di budget sta coinvolgendo tutti."

Soddisfatto dunque Errani, che sottolinea "Il cuore di una comunità è il suo patrimonio culturale, che va valorizzato e reso pubblico: ecco dunque che in una condizione come quella attuale, dove la crisi economica rischia di farci perdere di vista la straordinaria importanza del nostro tesoro...La cultura non è un lusso, ma una risorsa"


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento